Home > Comunicazione > Press Mare > La Hydro Tec di Sergio Cutolo compie 20 anni

La Hydro Tec di Sergio Cutolo compie 20 anni

 Stampa articolo
Sergio Cutolo e Silvia Himsolt Cutolo

La società Hydro Tec di Varazze, fondata e tuttora capitanata dall'ingegnere navale Sergio Cutolo, compie 20 anni.

Dopo oltre un decennio di esperienza presso CETENA, il dipartimento di ricerca di Fincantieri, poi Baglietto, poi Rodriquez e poi di nuovo Baglietto, il giovane ingegnere Sergio Cutolo nel 1995 decide di avviarsi alla libera professione e fonda così la Hydro Tec. Da sempre l'interesse primario è stato lo studio delle soluzioni idrodinamiche migliori per poter rispondere alle esigenze del committente, ma sin dall'inizio il professionista è stato chiamato a sviluppare anche soluzioni ben al di la delle sole questioni di natura tecnica. Ci riferiamo al design se non addirittura allo sviluppo di concept su quali basare la nascita di nuovi yacht e in alcuni casi di nuove tipologie di barche o anche solo di reinterpretazioni di concetti dati ormai per consolidati.

A oggi Hydro Tec contina a rappresentare una risorsa molto valida per cantieri, armatori e figure professionali con la gestione di commesse per conti di armatori privati e non. Questo è reso possibile dal coinvolgimento nelle attività quotidiane dello studio di figure professionali tra loro complementari, come il designer puro al quale è affidato il compito creativo, che lavora al medesimo tavolo con un ingegnere navale che valuta e sviluppa tutto ciò che serve per tradurre un'idea in realtà navigante in modo appropriato. Oltre queste due figure professionali, lo studio si avvale di due disegnatori di grande esperienza, grazie ai quali è possibile arrivare a fornire al cantiere i disegni definitivi che comprendono ogni piccolo elemento strutturale, il piping, la disposizione di tutti gli impianti, la distribuzione dei carichi e la gestione dei volumi, insomma, nulla sfugge ai 3D prodotti da questo reparto in Hydro Tec. Tutte queste figure professionali sono costantemente supervisionate dall'ing. Cutolo, che vive lo studio quotidianamente alla ricerca di soluzioni per il diporto che nascono da nuovi concept, spaziano tra progetti tra loro anche molto diversi e approdano a definitivi nelle mani dei cantieri che li realizzano.

Questo 2015 per la Hydro Tec non è solo un anno di ricorrenze, ma anche un anno molto importante per le unità navali che ha concepito, progettato e ingegnerizzato tra le quali meritano di essere segnalate le due unità in costruzione da Columbus Yachts (Palumbo), che sono il 57 m Classic e la seconda unità del 40 S Sport Hybrid, tre Darwin rispettivamente di 86, 102 e 107' realizzati presso il Cantiere Navale delle Marche.

Alcune di queste unità meriterebbero approfondimenti specifici e glieli dedicheremo, perchè i contenuti tecnici di cui sono portatrici ne fanno delle serie felici come il caso degli explorer prodotti dal Cantiere delle Marche, o anche la seconda unità della serie 40 S Sport Hybrid di Columbus Yachts.

Ufficialmente il compleanno di Hydro Tec si celebra a luglio, ma vista la prossimità con ben cinque navi pronte ad essere varate tra quelle progettate interamente dallo studio di Varazze, abbiamo ritenuto necessario anticipare questa ricorrenza prima di farci raccontare la sua storia e quella di Hydro Tec direttamente da Sergio Cutolo.

Per adesso possiamo annunciare che per l'occasione sarà realizzata un'edizione speciale del sito web dello studio e anche una brochure commemorativa nella quale sarà possibile ritrovare non solo la storia di questi ultimi 20 anni di nautica italiana, ma anche tutte le immagini dei tanti progetti che hanno visto coinvolta l'azienda anche solo per parti specifiche. Già, perchè una delle peculiarità di Hydro Tec e quella di essere adeguatamente duttile da poter offrire la sua collaborazione dall'idea all'ingegnerizzazione per andare in produzione, come solo per lo sviluppo di design, o solo l'ingegneria navale o qualsiasi altro tipo di intervento tecnico progettuale di scafo, coperta ed elementi che trovano vita a bordo. Non a caso la storia di Hydro Tec è costellata anche da progetti tra loro molto diversi che spaziano dai plananti di poco più di 50' per arrivare ai dislocanti puri di 65 metri passando per plananti di grandi dimensioni, semi plananti, classici e avveniristici per l'epoca in cui sono stati presentati. Innovare è sempre stato un atteggiamento spontaneo in Hydro Tec, dovuto alla ricerca costante di soluzioni ingegneristiche spesso accompagnate dalla volontà di comunicare il cambiamento anche attraverso forme inedite, un po' come avvenuto con la presentazione dello Sport Hybrid di 40 metri di Palumbo, il quale ha sicuramente segnato una svolta nella progettazione navale di navi di quella taglia e non a caso è stato pluripremiato sia per l'estetica sia per gli aspetti funzionali.

Ulteriori dettagli si trovano su www.hydrotec.it