Home > Comunicazione > Press Mare > Fortunatamente vendiamo all’estero

Fortunatamente vendiamo all’estero

 Stampa articolo
Barche italiane in vendita al Miami Boat Show
Barche italiane in vendita al Miami Boat Show

La realtà strutturale del settore nautico è assai cambiata dal 2008 a oggi. Quella che in realtà non è mai stata un’industria se non in poche componenti, oggi vive per poche realtà cantieristiche cha hanno intuito attraverso le loro reti di vendita anche internazionali, quale sarebbe diventata la fascia di mercato più attiva. Gli addetti sanno che la piccola nautica stentava già da molti anni perché al di la del costo della barca o del gommone, era tutto il contorno economico a frenare quello che all’inizio era stato quasi un fenomeno di massa. Le case motoristiche all’epoca, è noto, vendevano decine di migliaia di fuoribordo l’anno e quindi altrettante barche medie e piccole, natanti. Poi, anno dopo anno di tale navigazione, oltretutto con un’offerta produttiva in costante crescita dimensionale, gran parte degli appassionati son restati a riva e la nautica è tornata a essere un fenomeno di élite, con la barca bersaglio preferito di certa politica, fino al collasso odierno che consente di vendere solo all’estero.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare