Home > Comunicazione > Comunicati > Esordio di Alberto Riva e EdiliziAcrobatica in Atlantico

Tag in evidenza:

Esordio di Alberto Riva e EdiliziAcrobatica in Atlantico

 Stampa articolo
Esordio di Alberto Riva e ediliziacrobatica in atlantico
Esordio di Alberto Riva e ediliziacrobatica in atlantico

Alberto Riva, navigatore milanese classe 1992, atleta della Società Sportiva Utopia ssd, è pronto sulla linea di partenza della “Mini en Mai”, la regata in solitario più importante del campionato francese, prima della Mini-Transat.
 
La settima edizione della “Mini en Mai” sarebbe dovuta partire sabato scorso, ma è stata spostata a domani 25 maggio a causa di una forte perturbazione con un fronte freddo molto attivo durante il weekend, con raffiche fino a 50 nodi.
 
Sul molo Éric Tabarly a La Trinité-sur-Mer sono 90 le imbarcazioni allo start di questa regata che non è mai stata così affollata e internazionale come quest'anno. Seconda tappa del Championnat de France Course au Large en Solitaire, la “Mini en mai” offre un percorso impegnativo e negli anni è diventata un must per la preparazione dei ministi. ll passaggio al Raz de Sein, che insieme alla boa da girare all'ingresso del ponte della Gironda e dell'isola di Ré, rende questa gara bretone leggendaria purtroppo quest'anno non ci sarà, ma saranno comunque numerosi i passaggi impegnativi e insidiosi.

advertising

Per Riva questa regata è un “vero e proprio banco di prova vero e proprio della Transat, anche perché la flotta sarà più o meno la stessa. Per me questa è una regata molto importante”, commenta il velista, “è il mio primo passo verso l’ambientamento in Atlantico a bordo di EdiliziAcrobatica ITA993. Il livello qui è davvero molto alto… per me un buon risultato sarebbe arrivare entro i primi dieci! “Il percorso", continua Riva "non è molto lungo ma molto tattico".

Il percorso sarà leggermente più breve e un po' diverso da quello classico: si parte da La Trinité-sur-Mer, dopo il Canale della Teignouse si va verso Sud invece che verso Nord. Poi, dopo aver girato l’Ile de Sein, si scende più a sud della Rochelle, si passa la boa di fronte alla Gironda, lasciando a sinistra l’Ile de Ré per poi salire e fare ritorno a La Trinité.
 
“Conosco la Mini en Mai", ha dichiarato Riccardo Iovino, CEO & Founder di EdiliziAcrobatica, "e so che si tratta di una regata in cui la strategia e la tattica hanno una grande importanza nel raggiungimento del risultato. Ho grande fiducia nella capacità di Alberto di definire una tattica che, sono certo, gli consentirà di tagliare il traguardo ai primi posti. Forza Alberto, tutta EdiliziAcrobatica fa il tifo per te”.

Esordio di Alberto Riva e ediliziacrobatica in atlantico
Esordio di Alberto Riva e ediliziacrobatica in atlantico

 

Le ultime notizie di oggi