Home > Circoli nautici > Circolo Velico Casanova > Velaraid: ha preso il via oggi a Venezia

Tag in evidenza:

Velaraid: ha preso il via oggi a Venezia

 Stampa articolo
Velaraid
Velaraid

 

advertising

VELARAID: HA PRESO IL VIA OGGI A VENEZIA

LA ‘CINQUE GIORNI’ IN BARCA A VELA TRA LE ISOLE DELLA LAGUNA

 

C’è Molly, la baleniera di 8 metri e mezzo che arriva dall’Inghilterra con 10 membri d’equipaggio. C’è Tuska 3 che viene da Cambridge: E poi Astrid, con i due marinai più giovani a bordo (3 e 6 anni), mamma svedese e papà italiano, vivono in Francia. Ci sono i romani, divisi fra le due flottiglie perché sono la delegazione più numerosa. E c’è chi a bordo si è portato un amico a quattro zampe.

Tutti pronti a salpare. Sono le 10 del mattino, il vento è buono e le circa 60 imbarcazioni del Velaraid 2016 (Venice Lagoon Raid) già veleggiano verso le isole più note e quelle meno battute della laguna con a bordo 160 marinai. Siamo a Mestre, San Giuliano, punta estrema della terraferma verso Venezia; sullo sfondo, il campanile di San Marco.

Gli equipaggi italiani provengono da Roma, Cagliari, Parma, Fidenza, Mantova, Lainate. La prima barca iscritta è la TUSKA3, seguita da altre nazioni quali Francia, Austria, Irlanda, Svezia e Olanda. Navigheranno per 5 giorni, fino al 21 maggio, compiendo anche una serie di percorsi culturali.

 

Organizzata dal Circolo Velico Casanova di Venezia-Mestre, che in questi giorni festeggia il 35° anniversario dalla sua fondazione, VeLaRaid è una regata unica nel sue genere in Italia e seconda in Europa per numero di partecipanti. E’ un giro in barca di 100 miglia tra le pieghe nascoste di Venezia. E’, anche, mescolanza di lingue e culture, condivisione di emozioni. E gara.

VeLaRaid quest’anno conta su un calendario particolarmente felice, ponendosi cronologicamente tra la famosissima Vogalonga e la gloriosa Velalonga (sempre organizzata dal circolo Velico Casanova).

Nata nel 2005, la manifestazione si ispira alle regate che stanno spopolando tra i grandi laghi del Nord Europa. Ospita imbarcazioni storiche, in legno, accanto a quelle più moderne: vele latine, al terzo, Marconi, velisti esperti e neofiti della laguna.

Tra le isole toccate, dopo la partenza da San Giuliano – sede del Circolo Casanova – ci sono Burano, Lio Maggiore, Ossario di Sant’Ariano, Lazzaretto Nuovo, Giudecca, Chioggia, Pellestrina, Poveglia e Torcello. In ogni tappa i partecipanti effettueranno anche escursioni culturali, tra cui la visita al Lazzaretto Nuovo, alla Basilica di Torcello (in notturna), la visita al centro storico di Chioggia, e pranzo ‘lagunare’ nei pressi dell’Ossario di Sant’Ariano.

VeLa Raid sarà seguita nei primi tre giorni dalla web tv Saily, che ne trasmetterà le fasi salienti.

Le ultime notizie di oggi