Home > Cantieri > Tankoa Yachts > Nautica: Suerte, il primo grande yacht di Tankoa Yachts

Nautica: Suerte, il primo grande yacht di Tankoa Yachts

 Stampa articolo
Tankoa S693 - 69m M/Y Suerte
Tankoa S693 - 69m M/Y Suerte

Il contratto di vendita di Tankoa S693 Suerte è stato firmato nel marzo 2014 da un cliente proveniente dall’Europa dell’Est fidelizzato Yacht-Ology ed è stato ufficialmente introdotto al pubblico e all’industria nautica in occasione del Monaco Yacht Show 2015.

La filosofia di Tankoa – che consiste nell'offrire ai clienti esperti un’alternativa a Olanda e Germania nella costruzione di yacht di qualità superiore – si riflette in questo prodotto dal numero di ordini di modifica che sono stati effettuati per alzare costantemente il livello di qualità e di attrezzature. Questi ordini di modi fica sono stati eseguiti senza nessun ritardo da parte di Tankoa, che è la migliore dimostrazione della flessibilità italiana.

Design esterno e interno

Le richieste del proprietario sono state ricevute in modo forte e chiaro da Francesco Paszkowski e Margherita Casprini. Gli interni sono moderni, ma caldi e invitanti grazie all’utilizzo esclusivo di materiali nobili e naturali. La circolazione a bordo doveva essere resa facile da ampi passaggi e l'equipaggio è stato messo in grado di poter svolgere i propri compiti, senza interferire con la privacy degli ospiti. Secondo il proprietario, un diportista molto competente, questo compito è stato raggiunto al 100%.

Dettagli esterni

Dalla piattaforma, si avrà accesso agli interni attraverso il magnifico Beach Club dotato di salone, grande schermo TV, bar, bagno da giorno, doccia, sala massaggi, sauna e bagno turco, entrambe con accesso diretto al mare, grazie alle terrazze pieghevoli.

Il Beach Club è completamente rivestito di pannelli di teak, mentre la parete di fondo è realizzata interamente in ardesia. Al centro di quest’ultima, una scala centrale conduce direttamente al ponte principale e alla reception.

Dalla passerella, gli ospiti potranno scoprire un salotto di grandi dimensioni. Questo generoso spazio è stato voluto dal proprietario, molto attento al benessere della sua famiglia e dei numerosi amici. Circa 20 persone saranno in grado di sedersi sui divani del ponte di poppa.

Nel garage del tender saranno riposti due Seabob Cayago F7, due tender Dariel DT di 7,50 metri con motori Yanmar 260 cv duo prop per 13 passeggeri ed equipaggiamento nav/com/music. Da qui una porta permette di raggiungere il Beach Club.

Dal lato della scala Reale, gli ospiti troveranno un più ampio spazio sullo stesso livello a centro nave e un’enorme porta finestre che consente l’accesso alla hall principale, alle scale interne e all’ascensore principale, visto che l’S693 è provvisto di due ascensori.

Il ponte superiore è dotato, nella sua sezione poppiera protetta dalla sporgenza del sun deck, di un tavolo da pranzo per 16 persone, un salone e due divani a L che permettono una perfetta vista sul mare. La murata é di acciaio inox. Vetro temperato.

La prua di questo ponte è dedicata alla terrazza privata del proprietario, con accesso laterale diretto dalla sua suite. Egli gode di un lungo divano di 6 metri con un frigorifero personale incorporato e una vasca idromassaggio per quattro persone circondata da letti prendisole. La posizione di questa terrazza offre una privacy totale considerando la posizione arretrata della timoneria sul ponte superiore e la posizione abbassata della zona della gru prodiera.

Questo spazio esterno è dotato, a poppa e a prua, di cancelletti che mostrano all’equipaggio se il proprietario desidera privacy. Questa intera sezione della barca è inoltre equipaggiata con pali in fibra di carbonio alla moda e tende da sole.

Il ponte sole, a poppa del ponte superiore, è un’altra grande area conviviale con un eliporto- touch and-go, che è abbastanza grande per un Augusta 109 a doppia turbina per portare gli ospiti a bordo. Di notte, l’eli-ponte diventa una pista da ballo con luci, altoparlanti e una stazione DJ.

Verso la zona anteriore, due sun pad permetteranno agli ospiti di asciugarsi al sole dopo aver goduto della piscina di 5 metri con sgabelli incorporati lungo la parete finale, per sorseggiare un drink al bancone del bar. La piscina è dotata anche di una cascata che scorre – come una lama d'acqua – dalla sovrastruttura.

Un'altra caratteristica interessante è la coffa, che è stata progettata sul tetto, dove armatore e ospiti potranno sicuramente godere della navigazione. Quest’area è accessibile tramite una scala invisibile o utilizzando il secondo ascensore che ivi conduce dalla palestra.

Dettagli interni

Tankoa S693 M/Y Suerte è stata progettata da Francesco Paszkowski in collaborazione con Margherita Casprini e progettata per offrire il più alto comfort. Dal ponte di poppa, l’accesso alle aree interne non è costituito da normali porte automatiche scorrevoli a poppa - che si aprono e chiudono continuamente quando le persone sono in movimento sul ponte di poppa - ma attraverso porte scorrevoli laterali in vetro.

Gli ospiti potranno quindi entrare in un vero e proprio giardino d'inverno, interamente circondato da pareti vetrate. Qui, l’atmosfera e l'arredamento offrono una bella transizione tra spazio esterno e interno. La decorazione è fortemente ispirata dalle case giapponesi, con giardini, finestre dal pavimento al soffitto e pavimenti in ardesia. Il bar, con la sua porzione a forma di ala di un aereo è un'ispirazione del proprietario che ama tutto ciò che vola. L'intera area potrà essere utilizzata per tre funzioni: come uno spazio di incontro/riposo inondato di luce naturale, ma ancora all’aria aperta, come uno spazio sociale con il suo bellissimo bar o come una zona di ricezione vera e propria dove il capo steward della nave agisce come un portiere.

Proseguendo a pruavia si incontra il salone principale che il proprietario ha voluto fosse in realtà una vera e propria sala TV per la famiglia. Il divano a U è sormontato da una libreria. Comprendendo le poltrone, oltre 16 persone sono in grado di guardare gli ultimi successi sullo schermo curvo di 88 pollici 4K incassato in un muro di pietra nera. Andando in avanti, il tavolo da pranzo da 16 persone si trova in posizione centrale e beneficia anche di enormi finestre dal pavimento al soffitto. Sul lato del salone, la parete divisoria è evidenziata da un acquario, mentre la paratia anteriore è una gigante esposizione di vino creata da Paszkowski.

Sul lato di dritta, il corridoio laterale porta gli ospiti alla lobby principale con la sua scala centrale e ascensore principale. Da lì, l'intero resto del main deck è dedicato agli alloggi degli ospiti. Quattro cabine ospiti e una suite VIP a tutta larghezza, progettate in uno stile molto zen, potranno godere di totale silenzio rispetto al ponte inferiore, dove solitamente si trovano le cabine ospiti. Ogni cabina, considerando la posizione sul ponte principale, è inondata di luce naturale, grazie alle ampie finestre al posto degli oblò convenzionali. La decorazione è una miscela di teck lavato, eleganti soffitti cinesi laccati, dettagli laccati nero pianoforte e marmo nero con qualche tocco di ricchi rivestimenti in pelle.

Il ponte inferiore è interamente dedicato ai membri dell'equipaggio che beneficiano della particolare attenzione data agli spazi di bordo e a rendere meno pesante il lavoro includendo una sala tv, un’area per il riposo e la crew mess. Su questo ponte, due porte laterali si aprono direttamente sul mare. Da un lato, si permette il caricamento delle provvigioni direttamente nella ghiacciaia, mentre dall'altro l’equipaggio potrà salire a bordo senza interferire con gli ospiti. Questo ponte prevede anche una cucina professionale che è stata progettata da un team di yacht chef e da uno tra i più rinomati ristoratori italiani.

Il ponte superiore è sostanzialmente diviso in due aree. La zona anteriore è interamente dedicata all’appartamento del proprietario, con studio/biblioteca, bagno per lui e per lei, servizi igienici, guardaroba e la cabina da notte il cui pavimento si eleva per offrire una vista a 180 gradi dal letto king size.

La zona poppiera di questo ponte è un vero capolavoro di design e funzionalità per gli ospiti. La colonna centrale nasconde i tubi di scarico a secco del motore (la classica scelta di avere lo scarico sotto l’acqua non è stato preso in considerazione da Tankoa per ridurre al massimo le vibrazioni e il rumore, anche per via della certificazione Rina Green Plus. Uno dei due generatori Northern Lights utilizzano tubi di scarico a secco per evitare – quando gli ospiti si godono il beach club – che ci sia fumo lungo lo scafo quando la barca è all’àncora).

Un lato di questa colonna è rivestito con un effetto 3D in pietra di Gerusalemme, mentre le altre tre facce sono ricoperte in pannelli di pelle Sellier. Sul lato di dritta si trova un

sofa/letto di fronte a un televisore a schermo piatto nascosto da un pannello di vetro. Questa sezione sarà utilizzata come sala TV informale ma, grazie a pareti scorrevoli, può essere isolata per diventare una cabina supplementare con bagno. Sul lato di sinistra, c’è un sushi bar con sgabelli e due tavoli rotondi in stile ristorante.

La porzione poppiera centrale del ponte è un salone panoramico con un enorme tv a schermo piatto, camino e pianoforte a mezza coda. Il soffitto è un capolavoro costituito dai lucernari installati sul fondo della piscina. Questo consentirà alla zona salotto di godere di una atmosfera fresca, con la luce naturale che scorre attraverso l'acqua.

La terrazza panoramica si trova tra la timoneria a pannello di vetro tutto integrato, l’ufficio del capitano e la cabina del comandante. La parte poppiera del ponte è dedicata alla palestra, con tutte le attrezzature più all’avanguardia, bagno, ascensore per accedere alla coffa e una area di sosta.

Il silenzio e la coscienza ambientale

Tankoa S693 non sarà solo un yacht estremamente comodo per la crociera, grazie al suo volume di 1.467 Gross Tonnage, ma è anche molto silenzioso, per merito delle sue tecnologie e dispositivi di isolamento da rumori e da vibrazioni.

La sezione di prora della sua sovrastruttura è realizzata in acciaio ad alta resistenza anziché in alluminio regolare. Questo consentirà di ridurre la propagazione delle vibrazioni quando la nave dovrà rallentare improvvisamente nell’ipotesi di un impatto con grandi onde.
Tutti i pavimenti, le paratie e i soffitti sono fluttuanti, di modo da eliminare così il rumore parassita.

I tubi di scarico a secco di entrambi motori sono dotati di filtri di carbone per limitare le emissioni, soddisfacendo le norme dell’annotazione RINA Green Plus Platinum.
I generatori saranno dotati di marmitte pressurizzate, che miscelano gas di scarico con acqua per ridurre il rumore quando all'àncora o in porto.

Le dichiarazioni dopo le prime prove in mare

Tankoa è stata davvero entusiasta dei risultati subito dopo le prime prove in mare. In base alle specifiche contrattuali, la velocità massima sarebbe stata di 16,5 nodi a mezzo carico. Come qualsiasi altro costruttore, le prestazioni di Suerte sarebbero state ottenute con mare calmo e 5 nodi di vento. Una prima prova in mare che ha richiesto molta organizzazione e si è riusciti a farla alla data programmata. Lo yacht ha affrontato una onda ininterrotta di 2-2,5 metri con vento da 18 fino a 35 nodi a raffiche.

La prova in mare durata dalle 7 alle 8 ore è stata semplicemente incredibile! Suerte ha raggiunto la velocità massima di oltre 18 nodi con un carico vicino al 70 per cento. S693 ha un’autonomia di 5.000 miglia nautiche a 14 nodi, che fa una vera differenza quando si attraversa l’Atlantico. Le vibrazioni sono inesistenti e il livello di rumore è già in linea con le nostre caratteristiche senza installazione di mobilio sciolto né decorazione. Il progetto ha semplicemente superato tutte le più rosee aspettative cantiere! La felicità del proprietario sarà migliore ricompensa per Tankoa!

Il varo

Il varo di questo primo Tankoa della serie di 70 metri è stato celebrato il 1° luglio con una

cena per 500 persone che ha riunito i dipendenti di Tankoa, i subappaltatori, i fornitori, gli intermediari internazionali, i designer, una selezione di giornalisti internazionali e gli Arma- tori. I 500 ospiti sono arrivati al cantiere, dove uno scenario particolarmente originale è stato allestito all’interno del nostro bacino galleggiante di 100 metri con Suerte ormeggiata pro- prio di fronte ad esso.

Come per ogni azione intrapresa da Tankoa, è stato interpellato il migliore professionista nella pianificazione di eventi. L’architetto Umberto Ottino – la cui fama tra i marchi di lusso si estende in tutta Europa e in Medio Oriente – ha infatti gestito l’evento.

Il discorso di benvenuto prima della cena, tenuto dal Presidente di Tankoa, Guido Orsi, è consistito in un sincero ringraziamento sia a tutte le parti coinvolte nella costruzione di que- sto splendido yacht sia al proprietario, di grande esperienza, che ha avuto fiducia in Tankoa Yachts per la sua nuova realizzazione.

Alla cena è seguito uno spettacolo molto “fresco” e originale, con la performace acrobatica aerea di una ballerina sostenuta da palloni gon fiabili e da un concomitante spettacolo di luci. Tutti i presenti sono letteralmente rimasti toccati dall'atmosfera che è stato creata e che riflet- te la passione che Tankoa coltiva nel modo di relazionarsi con gli altri e nella produzione dei propri yacht.

Dichiarazioni del Management Tankoa

Edoardo Ratto, direttore generale di Tankoa, non appena Suerte ha lasciato il bacino galleggiante ha dichiarato: “Il raggiungimento di un equilibrio così perfetto al primo varo accade una volta ogni 40 nuovi vari. Sono veramente e sinceramente emozionato, perché questo è il nostro primo yacht come Tankoa e nonostante il nostro impressionante ufficio tecnico, il più alto livello di professionalità dei nostri ingegneri e il nostro background nella costruzione di yacht, ci sono sempre alcuni fattori imprevisti che possono influenzare l'equilibrio durante il varo. La maggior parte dei costruttori sono ancora in grado di compensare un eventuale problema di equilibrio leggero con tutto ciò che rimane da installare a bordo, ma qui, non abbiamo nulla da correggere”. Edoardo Ratto, direttore Generale del T ankoa, aggiunge: “Dalla Germania all’ Olanda e all’ Italia, tutti noi utilizziamo gli stessi fornitori e subappaltatori, così come gli equipaggiamenti e l'elettronica, quindi non c'è nessun segreto: sono il tempo, i processi, l'organizzazione e la cultura aziendale che fanno la differenza. In Tankoa, la qualità dei processi e il controllo di qualità sono ampiamente applicate, con un minimo di tre visite a bordo giornaliere per ogni yacht, da parte del nostro CEO, Euro Contenti, mia, di Andrea Parodi, capo dell'ufficio tecnico e Renzo Chelazzi, rappresentante vendite, che è l'interfaccia tra il cantiere e Michel Karsenti. Non vediamo l’ora di essere al Monaco Yacht Show per i clienti, i periti e i broker che vorranno ispezionare l’S693 e capire veramente che cosa è Tankoa nel suo insieme. Questo lancio fisserà nuovi standard nel settore della cantieristica italiana ".

Per Michel Karsenti e Yacht-Ology, consulente globale per vendita e marketing di Tankoa, questo non è stato solo “un varo in più” ma, secondo le sue parole: “Questo varo è stato molto emozionante per tutti noi. L'intera fase di progettazione condotta con Francesco Paszkowski si è diretta verso la creazione di uno yacht moderno che rimarrà tale anche tra

dieci anni. Dai rendering a colore allo yacht assemblato nel capannone, è sempre difficile avere un'idea vera di quale sarà l’effetto, una volta in acqua. Vedendola “seduta” perfettamente nelle sue linee ha dato a tutti noi la sensazione di un lavoro di squadra ben realizzato. Arrivare a un tale livello di realizzazione tecnica con un primo yacht è la prova vivente che un costruttore italiano quando investe saggiamente è in grado di competere con i migliori cantieri del mondo. Moltissimi altri costruttori mi hanno chiesto “il perché” quando hanno sentito dell'accordo di Yacht-Ology-Tankoa, quasi due anni fa. Scommetto che sapranno perfettamente capirlo dopo aver visto Suerte durante il prossimo Monaco Yacht Show! Tankoa è un costruttore di prima classe, e dalla nostra parte, come Yacht- Ology, siamo orgogliosi di esserne i venditori. Credo che dovremo lavorare ancora più duramente per tenere il passo alla domanda che stiamo affrontando per Tankoa Yachts”.

Dichiarazioni dei designer e dell'architetto navale

L’architetto navale e professor Ruggiero, in piedi sul molo, era senza parole. Dopo aver visto Suerte trainato dalla chiatta, più tardi ha dichiarato: “Ho varato più di 400 imbarcazioni nella mia vita. Non mi ricordo quando ho visto un risultato così perfetto dalla prima volta in acqua. Per quanto si possa essere un buon architetto navale, una volta che le linee sommerse sono consegnate e le prove in vasca hanno raggiunto risultati soddisfacenti, non abbiamo il pieno controllo di ciò che l'ufficio tecnico del costruttore e il project management fanno nel corso del progetto. In questo caso specifico, posso dire che tutto ciò che è stato fatto è semplicemente fantastico”.

Francesco Paszkowski, Yacht Designer - domande & risposte

Domanda: Lei è stato lo yacht designer dei due progetti originali Tankoa 65 metri. Le è stato chiesto di modificare sensibilmente il progetto per far crescere lo scafo a 69,30 metri. Come ha affrontato questo cambiamento?
Risposta: L'ho fatto con molto piacere e passione perché mi ha dato la possibilità di "rivedere e aggiornare" alcune parti del progetto che dovevano essere riviste per essere più in linea con quelle che sono le tendenze di mercato di oggi, spero.

Domanda: Lo specchio di poppa verticale è stato sostituito da uno più tradizionale, con scale laterali e una porta scorrevole in vetro di grandi dimensioni. Molti elementi di design verticali sono stati sostituiti da elementi curvi. Sente che questo ha cambiato completamente la filoso fia dello yacht e l'essenza del progetto?

Risposta: Onestamente credo che il progetto non ha subito modifiche negative; al contrario, ha mantenuto il suo schema iniziale e offre soluzioni ancora migliori. Il layout stava dando estrema privacy per l'armatore e ai suoi ospiti e questa "evoluzione" del progetto iniziale rafforza questo aspetto nel suo complesso.

Domanda: Il management team di Tankoa Yachts non è nuovo per lei visto che una parte importante della sua carriera si è sviluppata con loro quando furono manager e proprietari di Baglietto durante il “periodo d’oro” dal 1996 del 2004. Si tratta di un ritorno alle sue radici? Questo rende più facili i rapporti tra Tankoa Yachts e il vostro studio?

Risposta: Assolutamente! Lavorare con le stesse persone che sono stati la spina dorsale del cantiere Baglietto di Varazze dal 1996 al 2004, con il quale ho sviluppato una serie unica di progetti, sta rendendo il mio compito (la realizzazione di questo progetto) molto facile.

Chiaramente più facile rispetto a un cantiere navale nuovo e in generale molto più facile che con la maggior parte dei costruttori.
Domanda: Che cosa può caratterizzare Tankoa Yachts come costruttore rispetto ad altri? Sono i processi di lavoro e l'organizzazione di Tankoa solitamente comparati ad altri costruttori italiani? Come descriverebbe le procedure di lavoro?

Risposta: Credo che i metodi di lavoro in Tankoa sono paragonabili a quelli della maggior parte di altri cantieri. Quello che ho sentito, però, è che in ogni persona della loro squadra, c'è un desiderio profondo di produrre lavoro di alta qualità con un coinvolgimento personale e un’attenzione diretta ad ogni singolo dettaglio. E devo confessare che questo è una qualcosa che ho ritrovato solo, in tale misura, in alcuni costruttori stranieri di grande esperienza. Mi sembra davvero che Tankoa abbia l'ambizione di mostrare al mondo che l'eccellenza italiana è viva nel settore dello yachting e non solo nel campo della moda, delle auto sportive o del design.

BREVI SPECIFICHE GENERALI

Tipo di scafo:
Certi ficazione: Materiale scafo: Sovrastruttura: Progettazione navale: Designer esterni:

DIMENSIONI

Lunghezza fuori tutto: Larghezza max: Immersione:
Peso a pieno carico: GRT:

Velocità max (1/2 carico): Autonomia a 12.5 nodi: Carburante:
Acqua dolce:

SISTEMA PROPULSIVO

Motori principali: Potenza max: Eliche: Generatori:

Eliche di prua:

Sistema di stabilizzazione:

Motor Y acht a doppia elica
Dual class RINA/Lloyd’s (MCA LYC2)
acciaio alta resistenza
Alluminio
Ruggiero S.r.l. (Genova)
Francesco Paszkowski Design S.r.l. e Margherita Casprini

69,30 mt 11,60 mt 3,38 mt 1.220 ton 1.467 GT 16,5 nodi >5.000 mn 160.000 litri 37.000 litri

2 x Caterpillar 3516B 2x1.825kW[2x2480HP]
Fixed Pitch
Northern Lights, 2 x 230 kW
+ 1 x 155 kW + generatore di emergenza. VT Naiad, Electric potenza 200 kW
VT Naiad, four fins, stabilità all’àncora

About TANKOA YACHTS

Tankoa Yachts è un progetto nato alla fine del 2008, grazie ad un team molto competente di manager e investitori già coinvolti nel settore dello yachting, e con una lunga storia professionale di successi. Fin dalla sua istituzione, il business plan di Tankoa Yachts si è basato su una nuova filosofia di costruzione di yacht. “Cantiere Boutique” sono le parole più precise per descrivere la filosofia di TANKOA, un cantiere navale di alta qualità incentrata su yacht da 50 a 90 metri. La produzione limitata, l’attenzione ai dettagli, l'uso delle più recenti tecnologie, precisione, ricche specifiche, l'etica e l’enfasi delle eccellenze edilizie italiane sono solo alcuni dei valori di Tankoa. Tankoa Yachts ha optato per "un approccio multi-culturale di costruzione di yacht" integrando diversi criteri. In TANKOA, il team di gestione, è orgoglioso di aver unito con successo l’etica negli affari, l’alta qualità ingegneristica e la precisione, con il DNA italiano nel design e nella flessibilità.

Due professionisti esperti e ben noti sono stati profondamente coinvolti fin dai primi passi di questa affascinante storia industriale: il designer di fama mondiale Francesco Paszkowski e l'architetto navale professor Vincenzo Ruggiero. Stanno lavorando insieme sui primi due yacht che seguono le linee guida della filosofia di Tankoa nella costruzione di yacht, sulla base di una produzione totalmente personalizzata dove la qualità, l'esclusività, la precisione e affidabilità sono i principali aspetti su cui puntano.

Tankoa Yachts

Via Cibrario snc, 16154 Genova info@tankoa.com