Home > Cantieri > Solaris Yachts > La rotta di Solaris per diventare uno dei più forti cantieri

Tag in evidenza:

La rotta di Solaris per diventare uno dei più forti cantieri

 Stampa articolo
Marc Giorgetti on board Cefea Solòaris 111'
Marc Giorgetti on board Cefea Solòaris 111'

Siamo molto orgogliosi che la nostra ammiraglia CeFeA, 111 piedi, sia stata incoronata vincitrice del Yacht Design and Innovation Awards come miglior progetto di yacht a vela del 2021. Ma non è tutto. I giudici alla cerimonia del Boat International World Superyacht hanno anche selezionato CeFeA come Judge’s Commendation Sailing Yacht 2021. Il più grande dei Solaris a vela ha definitivamente lasciato il suo segno nella flotta dei performance cruiser contemporanei. 

advertising

Come tutto è incominciato

Marc Giorgetti, imprenditore europeo, vive una profonda passione per la navigazione a vela fin dalla sua infanzia. Incontrando le barche Solaris ha dichiarato: “Ho trovato un cantiere che progettava e costruiva barche per chi naviga, costituita da veri velisti, persone attente, alla marinità, alla funzionalità, al comfort in navigazione piuttosto che all'apparenza e alla vita in porto. Avevo già posseduto barche di altri prestigiosi cantieri europei, ma nessuno di questi mi ha dimostrato una tale attenzione a quei dettagli interni ed esterni che garantiscono comfort e sicurezza anche a barca sbandata e in ogni condizione di mare come invece ho trovato presso Solaris. E così me ne sono innamorato”.

Dal 2008 Marc Giorgetti si è impegnato come azionista nello sviluppo dell’azienda, lavorando duramente e conseguendo risultati del tutto eccezionali.

Da allora le vendite si sono moltiplicate per dieci e oggi il Gruppo è rappresentato da 52 dealer nel mondo con un fatturato consolidato di € 56 milioni di cui il 70% costituito dall’export, a cui andranno aggiunti € 20 milioni del fatturato CNB, per un totale di € 76 milioni. Inoltre Solaris Yachts ha conquistato la leadership europea nella categoria fast-cruiser vela alto di gamma.

Il Gruppo

Solaris è diventato oggi il Gruppo Solaris, articolato in quattro divisioni differenziate per prodotto e mercato di competenza, ma accomunate da una indiscussa qualità:

•    Solaris Yachts, produttore di fast-cruiser da 40 a 80 piedi;
•    CNB, recentemente acquisito dal Gruppo Bénéteau, produttore di barche a vela oceaniche da 60 a 90 piedi; 
•    Performance Boats: costruttore di maxi yacht a vela ipertecnologici alto di gamma; 
•    Solaris Power, produttore di imbarcazioni a motore open e lobster da 40 a 80 piedi.

Queste diverse linee di prodotto esprimono materialmente la volontà del Gruppo Solaris di affermare in ciascun settore tutte le caratteristiche progettuali, tecniche e costruttive che gli sono proprie e che conferiscono alle barche eccezionali doti: marinità, solidità e sicurezza e non ultimo il comfort in navigazione. Questa è la peculiarità del Gruppo, la caratteristica principale di ognuna delle quattro divisioni e il motivo di fondo che ha condotto a un tale successo.

Le celeberrime qualità costruttive verranno conservate e mantenute e addirittura ulteriormente sviluppate. La società manterrà il suo obbiettivo di creare yacht esclusivi e altamente personalizzabili per armatori esperti.

Marc Giorgetti
Marc Giorgetti

I prossimi modelli in arrivo

Solaris Yachts

 La gamma di fast-cruiser si è arricchita quest’anno di due nuovi modelli: 

•    40, geniale modello a tutto tondo con le famose qualità
•    60, mini-maxi d'avanguardia.

Solaris 40 è un avanzatissimo 12 metri firmato Javier Soto Acebal, con molti accorgimenti che caratterizzano prestazioni di carena e confort di navigazione. Per lo scafo si è scelta una linea di prua caratterizzata da un piccolo chine che finisce a metà scafo. L’elevata galleggiabilità a prua è compensata dall’ampiezza del piano di poppa, caratterizzato dalla presenza di due timoni che garantiscono ampia stabilità di rotta. Il pozzetto è estremamente ampio con le due timonerie collocate a tutta larghezza in modo da poter timonare avendo sempre in vista l’inferitura del fiocco in ogni andatura anche lo sprayhood alzato. Gli interni, realizzati con il contributo dell’architetto Patrick Roséo, grazie alle forme dello scafo, sono i più ampi della categoria e propongono un design innovativo.

Le linee d'acqua di Solaris 60 rappresentano l’ultima evoluzione progettuale di Javier Soto Acebal applicate alla dimensione dei 18 metri, che garantiscono uno scafo perfettamente bilanciato, alte prestazioni anche in regata, e una navigazione morbida sulle onde anche con mare formato, con in più tutti gli standard dell’esclusiva tecnica di costruzione Solaris. Solaris 60 nasce dal concetto di dare vita a un fast cruiser ad alte prestazioni che sfida le barche da regata, con una lunghezza fuoritutto di 18,31 metri. Solaris 60 sarà un forte concorrente nel circuito Mini-Maxi, il cui evento principale è ogni anno a Porto Cervo. Un’innovazione fondamentale di Solaris 60 è nel pozzetto, dove le ruote del timone sono a tutta ampiezza, come sul 40, consentendo di timonare la barca al di fuori dell’ingombro dello sprayhood e di poter avere sempre in vista l’inferitura del fiocco in ogni andatura. L’ampiezza delle timonerie consente di abbassare le draglie nella parte di poppa e alzarle in corrispondenza dei due gradini per salire sulla passeggiata, soluzione usualmente utilizzata solo in barche al di sopra dei 140 piedi. A poppa sono disponibili delle sedute diverse per manovrare e timonare in condizioni differenti di mare, anche da seduti.

Entrambe le barche sono dotate di fiocco autovirante e possono essere condotte da equipaggio ridotto anche di due sole persone. 
Sono esposte e visitabili nella sezione vela di Port Canto allo stand SAIL170 ormeggi SAIL032.

CNB

Dal 2022 la produzione delle CNB 66 e CNB 76 sarà progressivamente trasferita nel sito produttivo di Solaris Yachts ad Aquileia, dove è in fase di costruzione uno stabilimento completamente dedicato a CNB. La sinergia tra le due filosofie produttive, Solaris Yachts fast-cruiser indirizzati ad armatori orientati alla crociera prestazionale e CNB indirizzati ad armatori in cerca non solo del massimo comfort, ma anche amanti della navigazione oceanica a lungo raggio, andrà d'ora in avanti a vantaggio dello sviluppo di nuovi modelli, nel rispetto delle identità dei due marchi 
Tra qualche settimana sarà svelato il CNB 8X, che apre la strada a una nuova era di yacht CNB. Grazie all'unione con Solaris Yachts il futuro degli yacht CNB si inserisce in una struttura più dinamica e reattiva, più idonea ad assecondare questo mercato esclusivo. Uno strumento calibrato per la produzione di piccole serie con un alto livello di qualità e di personalizzazione per ogni barca. 

Questi due marchi continueranno comunque a tracciare la propria rotta e a sviluppare modelli adeguati alle rispettive gamme e clientele.

Performance Boats Solaris costruisce maxi yacht custom all'avanguardia mondiale della tecnologia. Dal 2012 a oggi ha varato diverse unità intorno ai 100 piedi per il marchio Wally e ha realizzato tre maxi yacht a vela per Solaris Yachts, l'ultima di 111', CeFeA, per Marc Giorgetti. Ha attualmente in costruzione un 100 piedi iper-tecnologico il cui scafo, coperta e paratie è contenuto nell’incredibile peso di 11.550 chilogrammi. Con una zavorra totale di 21.400 chilogrammi composta dalla lifting keel di 5.100 chilogrammi e dal bulbo di 16.300 chilogrammi porta a un peso della barca arredata di 50.000 chilogrammi.

Performance Boats usa la tecnologia di carbonio pre-preg, anche ad alto modulo, che combina il miglior controllo del peso con la rigidità e qualità del prodotto. Anche il più piccolo dettaglio è realizzato in full carbon.

La divisione è dotata di un forno di post-cura tra più ampi e tecnologicamente avanzati d’Europa di 40 x 11 x 5 metri, che può raggiungere temperature fino a 90° riscaldato da olio diatermico, in cui si possono effettuare lavorazioni su scafi fino a 40 metri. 

Performance Boats dispone di un reparto di allestimento di interno molto avanzato, capace di produrre arredi ultraleggeri con tecnologia aeronautica su stampo con materiale pre-impregnato in kevlar o honeycomb di alluminio. 

A fianco della squadra di tecnici italiani di Performance Boats opera un team di tecnici internazionali altamente specializzati e di lunga esperienza provenienti da Gran Bretagna, Nuova Zelanda, Polonia, Portogallo e Spagna.

Solaris Power

Ha esordito nel 2018 con la riedizione in chiave moderna della lobster boat, imbarcazione americana tradizionale del New England per la pesca dell’aragosta, coniugando il fascino e l’eleganza di un’imbarcazione storica con la tecnologia del Gruppo. Questa filosofia ha portato a un nuovo traguardo fra prestazioni, comportamento in mare, tecnologia e ricerca stilistica. Ne scaturiscono yacht dalla personalità unica che si distinguono per eleganza, originalità e performance al top della categoria, che piacciono molto anche ai velisti. Sugli scafi delle versioni lobster è stata sviluppata la gamma open che ripropone in chiave più mediterranea le stesse qualità marine, concepite per armatori che amano navigare.
La gamma di open e lobster a motore si arricchisce del nuovo 44 Open, che ancor prima di essere presentato al pubblico qui a Cannes, dove lo potrete visitare e provare allo stand QSP 151- ormeggio QSP 026, ha raccolto un notevole successo di vendita con 10 esemplari consegnati. Questo modello open offre la più ampia zona living all’aperto della categoria. 

È in arrivo anche un nuovo modello, il Solaris Power 40, che lanceremo al prossimo “boot” di Düsseldorf 2022 ed è in fase avanzata di progettazione l’ammiraglia 60 Open, che toccherà l’acqua nel corso del 2023. 

Allo stand Solaris Power potrete rivedere il 48 Open, vincitore del premio European Powerboat Award 2020, la confortevole versione lobster dello stesso scafo e in rada il modello Lobster 57.

Le prospettive per l’anno 2022 sono di crescere in tutti i segmenti, grazie ai nuovi modelli di ciascuna divisione, grazie al fatto che la produzione dell’anno nautico sett 21– ago 22 è già quasi tutta venduta e grazie all’ampliamento della rete di assistenza, che conta oggi 52 punti tra Europa, Usa, Russia, Asia, e Australia ed è in ulteriore via di sviluppo.
 

Le ultime notizie di oggi