Home > Cantieri > Sanlorenzo > Sanlorenzo SpA: prevista crescita a doppia cifra nelle metriche per il 2021

Sanlorenzo SpA: prevista crescita a doppia cifra nelle metriche per il 2021

 Stampa articolo
Massimo Perotti
Massimo Perotti

Ameglia (SP), 4 maggio 2021 – Il Consiglio di Amministrazione di Sanlorenzo S.p.A. (“Sanlorenzo” o la “Società”), riunitosi in data odierna sotto la presidenza del Cav. Massimo Perotti, ha esaminato e approvato le informazioni finanziarie periodiche al 31 marzo 2021.

advertising

Massimo Perotti, Presidente e Chief Executive Officer della Società, ha commentato:
«Il percorso virtuoso che ha caratterizzato Sanlorenzo sin dall’acquisizione è stato per me sempre motivo di orgoglio, anche e soprattutto nei momenti più difficili. Oggi la soddisfazione è ancora più grande, perché l’azienda può contare su numerose nuove leve di crescita, solide e molto articolate, che ci consentono di prendere con fiducia l’impegno di una crescita a doppia cifra delle principali metriche per il 2021. 

Certamente un prodotto vincente è il principale motore dei nostri risultati. Si può definire imponente la strategia di espansione delle gamme, che prevede non solo la presentazione di cinque nuovi modelli al salone di Cannes a settembre del 2021, ma anche il lancio nel 2022 di tre nuove linee, una per ciascuna divisione, in segmenti ad alto potenziale, a oggi inesplorati da Sanlorenzo. 

Con la linea SP (“Smart Performance”), la Divisione Yacht entra nel segmento delle imbarcazioni coupé e lo fa con innovative soluzioni eco-friendly; con l’X-Space, la Divisione Superyacht introduce un concetto che è una felice sintesi tra i vantaggi dell’Explorer e quelli del classico motoryacht; con la linea BGM, Bluegame entra nel settore dei multiscafi con una proposta che definirei dirompente. Tutte queste nuove gamme sono caratterizzate da funzionalità inedite per il mercato, fortemente ispirate a criteri di sostenibilità. 
Ed è proprio in materia di sostenibilità che riveste un ruolo fondamentale l’area Ricerca e Sviluppo, le cui risorse umane e finanziarie sono focalizzate su progetti ad ampio spettro per contenuti e orizzonte temporale, in particolare sulle tematiche dello yacht Diesel Elettrico e della valutazione sull’impiego marino delle Fuel Cell, divenute imprescindibili in quanto generare energia ad emissioni zero tra qualche tempo non sarà più un’opzione.

Parallelamente, sono riprese con enfasi le attività di sviluppo della divisione High-End Services, creata nel 2020, interamente focalizzata sulla proposta di un pacchetto di servizi premium, mai offerti prima nel settore dello yachting, ed esclusivamente destinati ai clienti Sanlorenzo, tra i quali la prima flotta charter monomarca e i programmi di formazione degli equipaggi nella Sanlorenzo Academy. L’obiettivo è quello di dare risposta alle reali aspettative dei clienti con i quali abbiamo il privilegio di interloquire direttamente, considerato il limitato numero di unità che costruiamo ogni anno. In questo modo il concetto “made to measure” viene esteso dal prodotto ai servizi, in perfetta coerenza con il posizionamento high-end del brand.

Il quadro rassicurante fornito dai risultati ottenuti, unito alle promettenti prospettive, ci ha indotto a prendere in considerazione di crescere ulteriormente per linee esterne, cogliendo opportunità di acquisizione, a partire da quella di Perini Navi, operazione per la quale abbiamo da tempo formalizzato il nostro interesse, che auspichiamo di realizzare nell’esercizio in corso.»

RICAVI NETTI NUOVO CONSOLIDATI
I Ricavi Netti Nuovo  del primo trimestre del 2021 ammontano a 118,0 milioni di Euro, in crescita del 20,5% rispetto a 97,9 milioni di Euro nello stesso periodo del 2020. I Ricavi Netti Nuovo aumentano in tutte le divisioni del Gruppo, trainati dall’ottima performance registrata in APAC e nelle Americhe. Questi risultati sono legati al posizionamento high-end del marchio e a un mix di prodotto con un’aumentata incidenza di yacht di maggiori dimensioni per le divisioni Yacht e Bluegame, in un contesto di espansione di mercato.

La Divisione Yacht ha generato Ricavi Netti Nuovo per 79,1 milioni di Euro, pari al 67,0% del totale, in crescita del 23,3% rispetto al primo trimestre del 2020. Gli ottimi risultati di vendita hanno interessato tutte le linee di prodotto, e in particolare la linea SX, con l’SX112 di recente introduzione, e la linea SD, con i due nuovi modelli SD96 e SD118.
La Divisione Superyacht ha generato Ricavi Netti Nuovo per 29,7 milioni di Euro, pari al 25,2% del totale, in crescita del 10,0% rispetto al primo trimestre del 2020.
La Divisione Bluegame ha generato Ricavi Netti Nuovo per 9,2 milioni di Euro, pari al 7,8% del totale e in crescita del 36,0% rispetto al primo trimestre del 2020, grazie al successo commerciale della nuova linea BGX, con l’introduzione del secondo modello BGX60, lanciato nel 2020.

L’Europa ha registrato Ricavi Netti Nuovo pari a 59,7 milioni di Euro (di cui 15,5 milioni di Euro generati in Italia), con un’incidenza del 50,7% sul totale, sostanzialmente stabili rispetto al primo trimestre del 2020.

L’area APAC ha registrato Ricavi Netti Nuovo pari a 26,0 milioni di Euro, con un’incidenza del 22,0% sul totale e in crescita dell’82,6% rispetto al primo trimestre del 2020.
Le Americhe hanno registrato Ricavi Netti Nuovo pari a 24,5 milioni di Euro, con un’incidenza del 20,7% sul totale e in crescita del 61,0% rispetto al primo trimestre del 2020.
La crescita dei ricavi in APAC e nelle Americhe, mercati strategici per la crescita del Gruppo, risulta in continuità con la forte accelerazione nelle vendite in queste aree iniziata nel secondo semestre del 2020. 

L’area Medio Oriente e Africa ha registrato Ricavi Netti Nuovo pari a 7,8 milioni di Euro, con un’incidenza del 6,6% sul totale e in leggera flessione rispetto al primo trimestre del 2020.

RISULTATI OPERATIVI E NETTI CONSOLIDATI
L’EBITDA rettificato  è pari a 17,3 milioni di Euro, in crescita del 28,4% rispetto a 13,5 milioni di Euro nel primo trimestre del 2020. L’incidenza sui Ricavi Netti Nuovo risulta in aumento da 13,8% nel 2020 a 14,7% nel 2021.
L’EBITDA , comprensivo delle componenti non ricorrenti prevalentemente legate ai costi non monetari del Piano di Stock Option 2020 e alle spese sostenute per il COVID-19, ammonta a 17,1 milioni di Euro, mostrando un aumento del 27,8% rispetto a 13,3 milioni di Euro nel primo trimestre del 2020.
Il significativo e costante incremento dei risultati operativi è legato alle efficienze generate dalla progressiva messa a regime della nuova capacità produttiva a seguito degli ingenti investimenti degli esercizi precedenti e al conseguente maggiore assorbimento dei costi fissi. La marginalità beneficia inoltre del cambiamento nel mix di prodotto a favore di yacht di maggiori dimensioni.
L’EBIT è pari a 12,0 milioni di Euro, in crescita del 36,1% rispetto a 8,8 milioni di Euro nel primo trimestre del 2020. L’incidenza sui Ricavi Netti Nuovo risulta in aumento da 9,0% nel 2020 a 10,2% nel 2021, con un incremento dell’11,6% degli ammortamenti che si attestano a 5,0 milioni di Euro, per effetto della messa a regime degli investimenti finalizzati allo sviluppo dei nuovi prodotti e all’incremento della capacità produttiva.
Gli oneri finanziari netti sono pari a 209 migliaia di Euro, in diminuzione del 63,3% rispetto al primo trimestre del 2020, per effetto della riduzione dell’indebitamento e delle migliori condizioni finanziarie applicate al Gruppo dagli istituti di credito e, in misura minore, grazie a utili su cambi.
Il risultato ante imposte è pari a 11,8 milioni di Euro, in crescita del 42,5% rispetto a 8,3 milioni di Euro nel primo trimestre del 2020. L’incidenza sui Ricavi Netti Nuovo risulta in aumento da 8,5% nel 2020 a 10,0% nel 2021.
Il risultato netto di Gruppo raggiunge 8,3 milioni di Euro, in crescita del 39,3% rispetto a 5,9 milioni di Euro nel primo trimestre del 2020. L’incidenza sui Ricavi Netti Nuovo risulta in aumento da 6,1% nel 2020 a 7,0% nel 2021.

RISULTATI PATRIMONIALI E FINANZIARI CONSOLIDATI
Il capitale circolante netto al 31 marzo 2021 è pari a 55,5 milioni di Euro ed evidenzia un incremento di 36,2 milioni di Euro rispetto a 19,3 milioni di Euro al 31 dicembre 2020. Confrontato con il dato al 31 marzo 2020, pari a 66,7 milioni di Euro, il capitale circolante netto al 31 marzo 2021 risulta in diminuzione di 11,2 milioni di Euro.
Le rimanenze sono pari a 83,6 milioni di Euro, in aumento di 1,4 milioni di Euro rispetto a 82,2 milioni di Euro al 31 dicembre 2020 e di 4,1 milioni di Euro rispetto a 79,5 milioni di Euro al 31 marzo 2020. Le rimanenze di prodotti finiti sono pari a 29,6 milioni di Euro e comprendono 18,8 milioni di Euro riferiti a yacht usati già venduti alla chiusura del periodo per consegna nei mesi successivi.
L’andamento del capitale circolante netto è coerente con le dinamiche relative alla stagionalità del settore, anche in considerazione della concentrazione delle consegne degli yacht nel corso dei mesi estivi, e con la crescita dei volumi di attività.
Gli investimenti ammontano a 5,6 milioni di Euro, rispetto a 6,4 milioni di Euro nel primo trimestre del 2020, con un’incidenza sui Ricavi Netti Nuovo in riduzione dal 6,6% nel 2020 al 4,8% nel 2021. Gli investimenti dedicati all’espansione delle gamme di prodotti sono stati pari a 3,4 milioni di Euro, in crescita del 4,8% rispetto al 2020. 
L’indebitamento finanziario netto è pari a 25,9 milioni di Euro, rispetto a una posizione finanziaria di 3,8 milioni di Euro di cassa netta al 31 dicembre 2020 e a un indebitamento finanziario netto di 60,7 milioni di Euro al 31 marzo 2020. Rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente, la posizione finanziaria netta mostra una riduzione di 34,8 milioni di Euro, legata principalmente alla forte riduzione dell’indebitamento finanziario corrente.
Le disponibilità liquide ammontano a 65,7 milioni di Euro, rispetto a 94,4 milioni di Euro al 31 dicembre 2020 e a 63,3 milioni di Euro al 31 marzo 2020. La liquidità complessiva disponibile al 31 marzo 2021 è pari a 195,6 milioni di Euro, inclusi affidamenti bancari non utilizzati per 128,8 milioni di Euro .

BACKLOG
Il backlog  del Gruppo al 31 marzo 2021 ammonta a 553,4 milioni di Euro, rispetto a 500,8 milioni di Euro al 31 marzo 2020 e a 408,8 milioni di Euro al 31 dicembre 2020. La crescita rispetto al primo trimestre del 2020 è pari a 52,6 milioni di Euro.
L’order intake del primo trimestre del 2021, pari a 144,6 milioni di Euro, è legato a una forte accelerazione del mercato iniziata negli ultimi mesi del 2020 e che ha interessato progressivamente tutti i segmenti del Gruppo, in particolar modo la Divisione Yacht. 
La crescita del portafoglio ordini è stata favorita dai modelli di recente introduzione, come l’SX112 e il BGX60 presentati al Salone di Genova a ottobre del 2020, e dai nuovi prodotti che verranno lanciati nel corso del 2021, che hanno riscontrato un notevole consenso commerciale ancor prima della presentazione al mercato.

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE E GUIDANCE 2021
In un contesto di mercato in crescita, la cui dinamica si sta consolidando col passare dei mesi, Sanlorenzo continua a beneficiare delle caratteristiche uniche del suo modello di business: forza e posizionamento high-end del brand accentuato dallo stretto legame con l’arte e il design, imbarcazioni sempre all’avanguardia dell’innovazione, realizzate in numero limitato e rigorosamente su misura, destinate a una clientela sofisticata e fidelizzata, distribuzione limitata ad un selezionato numero di Brand Representative, struttura flessibile dei costi.

Molto articolata e densa la strategia di espansione delle gamme di prodotti, che prevede sia la presentazione di nuovi modelli, saranno cinque al salone di Cannes a settembre del 2021, sia il lancio nel 2022 di tre nuove linee – SP (“Smart Performance”), X-Space e BGM (Bluegame Multi-hull) – caratterizzate da funzionalità inedite e trasversali a diversi segmenti di mercato e fortemente ispirate a criteri di sostenibilità. Sono questi i principi che guidano anche le attività di Ricerca e Sviluppo, focalizzate oggi in particolare sulle tematiche dello yacht Diesel Elettrico e della valutazione sull’impiego marino delle Fuel Cell.

Prosegue inoltre il programma di incremento della profittabilità operativa, favorito dalle efficienze generate dalla progressiva messa a regime della nuova capacità produttiva e dal graduale incremento dei prezzi delle nuove commesse in ragione del posizionamento commerciale della Società.

Il backlog del Gruppo al 30 aprile 2021 è pari a 632,1 milioni di Euro, registrando un’ulteriore crescita di 78,7 milioni di Euro rispetto al 31 marzo 2021. La quota relativa al 2021, pari a 457,0 milioni di Euro, offre un’eccellente visibilità sui Ricavi Netti Nuovo dell’esercizio in corso. 

Per tutto quanto sopra, mantenendo un costante monitoraggio dell’evoluzione del contesto generale, la Società considera solide e fondate le aspettative di una crescita a doppia cifra delle principali metriche per il 2021 e rende pubblica la seguente guidance per l’esercizio in corso .

Le ultime notizie di oggi