Home > Cantieri > Sanlorenzo > Sanlorenzo: Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2020

Sanlorenzo: Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2020

 Stampa articolo
Sanlorenzo Spa
Sanlorenzo Spa

Ameglia (SP), 31 agosto 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di Sanlorenzo S.p.A. (“Sanlorenzo” o la “Società”), riunitosi in data odierna, ha esaminato e approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2020.

advertising

Massimo Perotti, Presidente Esecutivo della Società, ha commentato:
«I risultati del primo semestre del 2020 testimoniano ancora una volta la validità del modello di business di Sanlorenzo resiliente nelle diverse fasi del ciclo economico. In particolare, la crescita della redditività dei primi mesi del 2020 risulta molto positiva e solida nell’attuale contesto e beneficia anche degli effetti degli importanti investimenti già realizzati per l’aumento della capacità produttiva che hanno consentito un notevole aumento dell’efficienza di tutti i cantieri.
Importanti fattori per la tenuta futura di questi risultati sono stati la capacità di risposta di Sanlorenzo alle restrizioni legate al COVID-19 e la rapidità con la quale le misure sono state adottate. Gli interventi che la Società ha messo in atto hanno infatti consentito di limitare la sospensione delle attività a soli 28 giorni - parzialmente già recuperati durante il mese di agosto - e di confermare gli ordini in corso, così come le consegne degli yacht nel periodo estivo.
Parallelamente, prosegue il trend di crescita del portafoglio ordini che, al 30 giugno, raggiunge 566 milioni di Euro - in aumento di 65 milioni rispetto al mese di marzo - e che si contraddistingue per essere coperto per la quasi totalità da clienti finali. Questo fornisce un’importante visibilità sui prossimi mesi e permette di confermare nuovamente le previsioni sull’andamento dell’anno in corso in linea con i risultati del 2019». 

ANALISI DEI RICAVI NETTI NUOVO CONSOLIDATI
I Ricavi Netti Nuovo  del primo semestre del 2020 ammontano a 184,1 milioni di Euro, mostrando una flessione del 10,4% rispetto a 205,4 milioni di Euro al 30 giugno 2019, per effetto delle misure restrittive imposte dai Governi per limitare la diffusione del COVID-19. A parità di perimetro di consolidamento, escludendo i Ricavi Netti Nuovo generati da GP Yachts S.r.l., la cui partecipazione è stata ceduta dalla Società a luglio del 2019, la riduzione dei Ricavi Netti Nuovo è pari al 6,9%.

Nel primo semestre del 2020, la Divisione Yacht ha generato Ricavi Netti Nuovo per 110,0 milioni di Euro, pari al 59,7% del totale, in diminuzione dell’11,6% rispetto allo stesso periodo del 2019.
I Ricavi Netti Nuovo della Divisione Superyacht ammontano a 59,1 milioni di Euro, pari al 32,1% del totale, evidenziando una flessione del 10,3% rispetto al primo semestre del 2019.
La Divisione Bluegame ha registrato Ricavi Netti Nuovo per 15,0 milioni di Euro, pari all’8,2% del totale, mostrando una crescita del 103,3% rispetto al primo semestre del 2019.

Nel primo semestre del 2020, l’Europa, che rappresenta il mercato storico del Gruppo, ha registrato Ricavi Netti Nuovo pari a 112,6 milioni di Euro (di cui 19,8 milioni di Euro generati in Italia), con un’incidenza del 61,2% sul totale, evidenziando una flessione del 12,2% rispetto allo stesso periodo del 2019.
L’area APAC ha registrato Ricavi Netti Nuovo pari a 34,5 milioni di Euro, con un’incidenza del 18,7% sul totale e sostanzialmente stabili rispetto al primo semestre del 2019, grazie a una buona ripresa delle vendite nel secondo trimestre.
Le Americhe hanno registrato Ricavi Netti Nuovo pari a 19,9 milioni di Euro, con un’incidenza del 10,8% sul totale e in calo del 34,9% rispetto al primo semestre del 2019, risultato maggiormente influenzato dalla pandemia.
L’area Medio Oriente e Africa ha registrato un incremento significativo, con Ricavi Netti Nuovo che aumentano del 54,6% raggiungendo 17,2 milioni di Euro, pari al 9,3% del totale, principalmente per effetto della crescita della Divisione Superyacht.

ANALISI DEI RISULTATI OPERATIVI E NETTI CONSOLIDATI
L’EBITDA rettificato  del primo semestre del 2020 è pari a 25,8 milioni di Euro, sostanzialmente stabile rispetto al risultato del primo semestre del 2019, evidenziando un incremento dell’incidenza sui Ricavi Netti Nuovo che si attesta al 14,0%, rispetto al 12,6% dello stesso periodo del 2019. 
L’importante aumento della marginalità operativa è legato al progressivo incremento dei prezzi delle nuove commesse in ragione del rafforzamento del posizionamento commerciale della Società e alle efficienze generate dalla messa a regime della nuova capacità produttiva a seguito degli investimenti realizzati nel corso del 2019 e dei primi mesi del 2020.
L’EBITDA , comprensivo delle componenti non ricorrenti prevalentamente legate alla quota di competenza del periodo dei costi non monetari del Piano di Stock Option 2020 e alle spese sostenute per il COVID-19, ammonta a 25,1 milioni di Euro, mostrando un calo del 2,9% rispetto a 25,8 milioni di Euro del primo semestre del 2019, a fronte di un miglioramento dell’incidenza sui Ricavi Netti Nuovo che passa dal 12,6% al 30 giugno 2019 al 13,6% al 30 giugno 2020. 
L’EBIT è pari a 15,9 milioni di Euro, in calo del 14,6% rispetto a 18,7 milioni di Euro del primo semestre del 2019, con un’incidenza dell’8,7% sui Ricavi Netti Nuovo, principalmente per effetto della crescita degli ammortamenti, che aumentano da 7,2 milioni di Euro del primo semestre del 2019 a 9,1 milioni di Euro del primo semestre del 2020 a seguito della messa a regime degli investimenti finalizzati all’incremento della capacità produttiva e allo sviluppo dei nuovi prodotti. 
Gli oneri finanziari netti ammontano a 1,1 milioni di Euro, registrando un decremento del 50,5% rispetto a 2,2 milioni di Euro del primo semestre del 2019. La riduzione rispetto allo stesso periodo del 2019 è legata alle migliori condizioni finanziarie applicate alla Società dagli istituti di credito e alla riduzione dell’indebitamento rispetto al primo semestre del 2019 conseguita anche grazie ai proventi dell’aumento di capitale legato all’operazione di IPO.
Le imposte sul reddito passano da 5,8 milioni di Euro al 30 giugno 2019 a 4,6 milioni di Euro per il primo semestre del 2020, con un’incidenza del 30,9% sul risultato ante imposte. 
Il Risultato netto di Gruppo del primo semestre del 2020 si attesta a 10,5 milioni di Euro, sostanzialmente stabile rispetto al dato del primo semestre del 2019 pari a 10,6 milioni di Euro. L’incidenza sui Ricavi Netti Nuovo passa dal 5,2% al 30 giugno 2019 al 5,7%, al 30 giugno 2020.

ANALISI DEI RISULTATI PATRIMONIALI E FINANZIARI CONSOLIDATI
Il capitale circolante netto al 30 giugno 2020 risulta positivo per 31,3 milioni di Euro, rispetto a 11,5 milioni di Euro al 31 dicembre 2019 e a 66,7 milioni di Euro al 31 marzo 2020. Il decremento rispetto al dato al 31 marzo 2020 è pari a 35,4 milioni di Euro.
Il capitale circolante netto commerciale al 30 giugno 2020 è positivo per 41,0 milioni di Euro rispetto a (1,2) milioni di Euro al 31 dicembre 2019. Confrontato con il dato al 31 marzo 2020, pari a 56,6 milioni di Euro, il capitale circolante netto commerciale mostra un decremento di 15,6 milioni di Euro. 
L’indebitamento finanziario netto al 30 giugno 2020 è pari a 23,5 milioni di Euro, rispetto a 9,1 milioni di Euro al 31 dicembre 2019 e 60,7 milioni di Euro al 31 marzo 2020. La riduzione dell’indebitamento finanziario netto rispetto al dato al 31 marzo 2020 ammonta a 37,2 milioni di Euro. 
Le disponibilità liquide al 30 giugno 2020 sono pari a 80,7 milioni di Euro, in aumento di 20,5 milioni di Euro rispetto al 31 dicembre 2019 (60,2 milioni di Euro) e di 17,4 milioni rispetto al 31 marzo 2020 (63,3 milioni di Euro), portando l’indebitamento finanziario corrente netto ad evidenziare una posizione di cassa netta di 30,1 milioni di Euro. 
L’evoluzione del capitale circolante netto e dell’indebitamento finanziario netto rispetto al primo trimestre è positivamente influenzata dalle dinamiche relative alla stagionalità delle commesse tipiche del settore, che comportano la concentrazione delle consegne degli yacht nel corso dei mesi estivi.
Al 30 giugno 2020 il Gruppo disponeva inoltre di affidamenti bancari per far fronte a esigenze di liquidità pari a 110,4 milioni di Euro , con un incremento di 28,5 milioni di Euro rispetto al 31 dicembre 2019, di cui 92,3 milioni di Euro disponibili.
Gli investimenti effettuati nel corso del primo semestre del 2020 ammontano a 12,4 milioni di Euro rispetto a 19,1 milioni di Euro del primo semestre del 2019, di cui 6,6 milioni di Euro dedicati allo sviluppo dei prodotti e alla realizzazione di modelli e stampi e 3,4 milioni di Euro legati al programma di incremento della capacità produttiva iniziato nel 2017.
Viene riconfermata la strategia di espansione delle gamme di prodotti e di introduzione sul mercato di innovazioni e tecnologie fortemente orientate a principi di sostenibilità. Gli investimenti in ricerca e sviluppo e per la realizzazione di nuovi prodotti aumentano infatti del 13,8% rispetto a 5,8 milioni del primo semestre del 2019.


BACKLOG
Il backlog  al 30 giugno 2020 ammonta a 565,6 milioni di Euro (381,5 milioni di Euro al netto degli avanzamenti produttivi valorizzati a ricavo nel corso del periodo), in crescita di 64,8 milioni di Euro rispetto al dato al 31 marzo 2020, pari a 500,8 milioni di Euro e in linea con il dato al 30 giugno 2019, pari a 567,6 milioni di Euro. 

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE
Le azioni intraprese per fronteggiare le misure restrittive legate al COVID-19 e le iniziative commerciali ed operative finalizzate ad una rapida ripresa delle attività, in assenza di ulteriori interruzioni, permetteranno alla Società di recuperare il periodo di sospensione dell’attività limitando l’impatto sui risultati, grazie anche all’operatività dei cantieri durante il mese di agosto. Questo, insieme all’attuale portafoglio ordini, consente di confermare le stime di una sostanziale stabilità dei Ricavi Netti Nuovo per il 2020 rispetto al risultato del 2019. Il backlog al 30 giugno 2020 ammonta infatti a circa il 90% dei Ricavi Netti Nuovo previsti per il 2020. 
L’order intake è supportato da un piano di iniziative di marketing e commerciali mirate a partire da settembre, tra i quali i “Sanlorenzo Elite Weekends”, saloni privati che si terranno presso i cantieri di La Spezia. È inoltre confermata la presenza al Salone Nautico di Genova, in programma dal 1 al 6 ottobre 2020, quando verranno presentati in anteprima i nuovi modelli SX112 e BGX60.
Anche le previsioni relative all’EBITDA sono confermate in linea con l’esercizio precedente, grazie al piano di ulteriore contenimento dei costi di funzionamento intrapreso sin dall’emergere delle attuali circostanze, i cui effetti sono già parzialmente riflessi nei risultati del primo semestre 2020. Tale piano ha mantenuto invariati gli investimenti riferiti allo sviluppo di nuovi prodotti, all’innovazione e alla sostenibilità, posticipando le ulteriori iniziative ritenute non prioritarie o necessarie in questa fase. 

ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI
L’Assemblea Ordinaria degli Azionisti della Società si è riunita in data odierna, in prima convocazione. In considerazione dell’attuale situazione di emergenza sanitaria legata al COVID-19, come previsto dal Decreto Cura Italia, l’intervento in Assemblea si è svolto esclusivamente tramite il Rappresentante Designato Spafid S.p.A.
L’Assemblea Ordinaria degli Azionisti ha approvato la richiesta di autorizzazione, ai sensi del combinato disposto degli articoli 2357 e 2357-ter del codice civile, nonché dell’articolo 132 del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 e relative disposizioni di attuazione, ad effettuare operazioni di acquisto e disposizione di azioni proprie della Società.
L’autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie è finalizzata a consentire all Società di acquistare e disporre delle azioni ordinarie per le seguenti finalità: 
(i)    operare sul mercato in un’ottica di investimento di medio e lungo termine; 
(ii)    impiegare risorse liquide in eccesso; 
(iii)    ottimizzare la struttura del capitale; 
(iv)    disporre di un “magazzino titoli” da utilizzare nell’ambito di operazioni straordinarie di interesse di Sanlorenzo; 
(v)    disporre delle azioni a servizio dei futuri eventuali piani di incentivazione azionaria del management approvati dalla Società.
L’autorizzazione è stata deliberata per l’acquisto, anche in più tranche, di azioni ordinarie senza valore nominale, fino a un numero massimo pari a 3.450.000 azioni.
Gli acquisti di azioni proprie potranno avvenire ad un prezzo che non si discosti in diminuzione e in aumento per più del 10% rispetto al prezzo di riferimento rilevato sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. nella seduta di borsa precedente ogni singola operazione, nel rispetto in ogni caso dei termini e delle condizioni stabilite dalla normativa vigente e dalle prassi di mercato ammesse, ove applicabili. L’autorizzazione all’acquisto delle azioni proprie è stata deliberata per il periodo di 18 mesi a far data dalla relativa delibera autorizzativa dell’Assemblea Ordinaria.
Le disposizioni di azioni proprie verranno effettuate nei modi ritenuti più opportuni dal Consiglio di Amministrazione nell’interesse della Società, in borsa e fuori borsa, e in ogni caso nel rispetto della normativa vigente e delle prassi di mercato ammesse, ove applicabili. L’autorizzazione alla disposizione delle azioni proprie è stata deliberata senza limiti temporali.
 

Le ultime notizie di oggi