Home > Cantieri > Sanlorenzo > Sanlorenzo debutta ad Art Basel Miami Beach 2019 con un nuovo progetto

Tag in evidenza:

Sanlorenzo debutta ad Art Basel Miami Beach 2019 con un nuovo progetto

 Stampa articolo
Sanlorenzo debutta ad Art Basel Miami Beach 2019 con un nuovo progetto espositivo
Sanlorenzo debutta ad Art Basel Miami Beach 2019 con un nuovo progetto espositivo

Marco Palmieri è il primo artista chiamato ad interpretare il mondo Sanlorenzo con la serie “360° Horizon”

advertising

Art Basel Miami Beach 2019
Collectors Lounge
5-8 Dicembre
“360° Horizon” by Marco Palmieri – Design concept: Piero Lissoni

Dopo aver omaggiato alcuni dei principali esponenti dell’arte moderna e contemporanea, con le installazioni firmate dall’art director Piero Lissoni, nel corso delle passate edizioni di Art Basel ad Hong Kong, Basilea e Miami Beach, Sanlorenzo presenta un nuovo progetto espositivo a cui dà il via in occasione di Art Basel Miami Beach 2019, con l’artista italiano Marco Palmieri, l’ultimo e più stretto collaboratore di Ettore Sottsass.

Grazie ad una capacità unica di ampliare il proprio immaginario nel segno della contaminazione, Sanlorenzo ha infatti deciso di affidare il proprio racconto ad un parterre di artisti e fotografi internazionali di eccezione che saranno chiamati ad interpretare il brand e il suo mondo, ognuno attraverso il proprio linguaggio creativo. 

Sanlorenzo ancora una volta regala nuove dimensioni alla sua immagine continuando così a tracciare una rotta ben precisa verso orizzonti inesplorati con un progetto capace di presentare sotto una luce inedita l’identità del brand e la sua evoluzione continua.

Durante Art Basel Miami Beach 2019, in programma dal 5 all’8 dicembre, Sanlorenzo, tra i principali produttori al mondo di yacht e superyacht, presenta così il progetto espositivo “360° Horizon” frutto della collaborazione con l’artista Marco Palmieri.

“Sullo sfondo di un paesaggio marino, otto scatti mostrano la relazione tra singoli elementi di diverse dimensioni e lo spazio circostante.
Il paesaggio si replica.
L'orizzonte resta immobile e racchiude la scena.
Lo spazio fisico diventa uno spazio mentale, diventando astratto.

Pieni e vuoti, luce e oscurità si alternano a un ritmo fluttuante. Elementi stilizzati creano ideogrammi su una lavagna infinita.
Lo scenario perde le sue ancore.
Il mare diventa uno spazio assoluto.
Uno sfondo in cui i pensieri producono nuove traiettorie, nuove riflessioni.
Un posto ideale.
Un modo di pensare.”
 

Le ultime notizie di oggi