Home > Cantieri > Sanlorenzo > Sanlorenzo premiata per il secondo anno come “Best Managed Company”

Tag in evidenza:

Sanlorenzo premiata per il secondo anno come “Best Managed Company”

 Stampa articolo
Sanlorenzo premiata per il secondo anno come “Best Managed Company”
Sanlorenzo premiata per il secondo anno come “Best Managed Company”

Sanlorenzo, tra i principali produttori al mondo di yacht e superyacht, è stata eletta “Best managed company” nell’ambito della seconda edizione italiana del premio internazionale di Deloitte, che ha l’obiettivo di premiare le aziende italiane eccellenti che si sono distinte per strategia, competenze, impegno verso le persone e performance.

advertising

Tra i principali player a livello internazionale per modello di business e innovazione, Sanlorenzo si aggiudica nuovamente questo importante riconoscimento, grazie a una strategia vincente che gli ha permesso di sperimentare nel corso dell’ultimo decennio una crescita significativa, e di posizionarsi ai vertici nella produzione mondiale di yacht e superyacht.
Con quattro stabilimenti situati a Ameglia, La Spezia, Viareggio e Massa, e 450 dipendenti diretti, più 1.200 con l'indotto e un mercato globale, i cantieri navali Sanlorenzo costruiscono da oltre 60 anni motoryacht di alta qualità, progettati e realizzati su misura secondo le specifiche richieste dell’armatore.
 
Fondamentale il ruolo di Massimo Perotti, Chairman di Sanlorenzo, che dal 2005 con passione, determinazione e visione imprenditoriale ha guidato in questi anni l’azienda valorizzando il know-how e la tradizione artigiana dell’azienda e introducendo importantissime innovazioni che hanno permesso a Sanlorenzo di distinguersi cambiando profondamente l’ambito dello yachting.
 
Andrea Restelli, Partner Deloitte responsabile Best Managed Companies per l’Italia dichiara – “Best Managed Companies non è solo un award, ma anche un programma di crescita per le realtà aziendali, che anche quest’anno hanno avuto la possibilità di essere supportate da professionisti Deloitte ed esperti durante il loro percorso di candidatura e self assessment su fattori critici di successo, quali strategia aziendale, competenze e innovazione, impegno e cultura aziendale, governance e performance finanziarie, internazionalizzazione e CSR – con l’obiettivo di potersi confrontare con player di livello internazionale in un contesto di business in continuo mutamento”. 

Nato in Canada nel 1993, il premio ha avuto diffusione globale divenendo un prestigioso riconoscimento assegnato sulla base dell’analisi di alcuni fattori critici di successo.
Promossa da Deloitte e sostenuta inoltre da ALTIS Università Cattolica, da ELITE - il progetto del London Stock Exchange Group che supporta lo sviluppo e la crescita delle imprese ad alto potenziale - e da Confindustria, l’iniziativa si è conclusa oggi con la cerimonia di premiazione delle 46 realtà vincitrici che si è tenuta nel corso della giornata presso Palazzo Mezzanotte, prestigiosa sede di Borsa Italiana, in Piazza degli Affari a Milano.
 
I numeri confermano il costante impegno di Sanlorenzo in ambito di ricerca e sviluppo: l’azienda ha infatti chiuso l’esercizio 2018 con 55 yacht e 383 milioni di euro fatturato. Sanlorenzo riconferma il medesimo trend positivo anche per il 2019, prevedendo a chiusura dell’anno un fatturato stimato di 460 milioni grazie ad un portafoglio ordini di 505 milioni di euro.

Le ultime notizie di oggi