Home > Cantieri > Sanlorenzo > Nautica: PressMare a bordo del Sanlorenzo SL 118

Nautica: PressMare a bordo del Sanlorenzo SL 118

 Stampa articolo
Sanlorenzo SL 118
Sanlorenzo SL 118

Coerente esteticamente e in termini di contenuti, con quanto finora espresso da Sanlorenzo nell’ambito della linea di prodotto sulla quale il cantiere ha storicamente costruito fama e fortune, sin dalla sua nascita, nel 1958. La SL 118 è dunque una nave da diporto destinata a far parlare di sé, per la storia che c’è alle sue spalle, ma soprattutto per lo stile, le doti di navigazione, la qualità, il lusso che a bordo si “respira” in ogni ambiente. E’ uno yacht che può essere considerato davvero l’emblema del marchio, ne sintetizza lo stato dell’arte in termini progettuali e costruttivi, ma è anche un’unità che conferma l’innegabile propensione del mercato dei giorni nostri, sempre più orientato, anche quando si parla di motoryacht plananti, verso barche di dimensioni grandi, ogni volta più grandi. Una tendenza che anche uno dei più accreditati brand del made in Italy ha dunque deciso di seguire, proponendo uno scafo che supera i 36 metri di lunghezza per 7,60 di larghezza ovvero dimensioni tali da tradursi in volumi interni estremamente generosi. La consistente disponibilità di spazio sostanzialmente percepibile in tutti gli ambienti, sopra e sotto coperta, è enfatizzata da una precisa scelta architettonica e progettuale che interessa la porzione prodiera dello scafo, fino a mezza nave tipo wide-body. A trarre beneficio da questa soluzione, esteticamente ben integrata nello sviluppo a due ponti e mezzo dell’imbarcazione e senza compromettere l’inequivocabile family feeling dei Sanlorenzo, è stata soprattutto l’area riservata all’armatore, che può sfruttare dunque l’intera larghezza del ponte nelle sezioni di prua. E’ interamente sviluppata sul main deck, a proravia del salone e, come quest’ultimo, dotata di terrazza apribile che dà a questo motoryacht una caratterizzazione da unità di taglia ancora superiore, concedendo a chi si trova a bordo un piacevolissimo colpo d’occhio, stando letteralmente affacciato sul mare.

Il décor di questo primo esemplare della SL 118 segue le scelte e il gusto dell’armatore, ma ovviamente, come ogni imbarcazione della produzione Sanlorenzo, il layout e l’allestimento possono essere richiesti a piacimento, con un elevato livello di personalizzazione benché si tratti di un prodotto in composito. Lo stile che si trova in barca è moderno, lineare, dominato da nuance di colore chiare, curato nel dettaglio sia per la scelta dei materiali utilizzati sia per le loro lavorazioni, con soluzioni che rendono questa ammiraglia diversa e ancora una volta degna di nota. A nostro gusto l’aspetto maggiormente caratterizzante dell’allestimento, è dato dall’utilizzo di paratie realizzate con vetrocamere e dunque trasparenti, nel corridoio del ponte inferiore, dove è concentrata la zona notte ospiti. Una soluzione capace di accrescere la sensazione di grande spazio e luminosità percepibile nell’intero ponte, comunque in grado di garantire privacy fra i vari ambienti grazie a veneziane a scomparsa, regolabili, scorrevoli all’interno delle vetrocamere, che possono oscurare completamente la parete. Di grande effetto è anche il salone arredato da tre grandi divani modulari, con gli schienali orientabili per consentire agli ospiti di sedere stando di fronte gli uni agli altri, sottolineando la convivialità dell’ambiente, oppure con lo sguardo rivolto verso il panorama esterno, particolarmente godibile grazie alle vetrate apribili, a scorrimento verticale servoassistito. Molto particolare è il sistema d’illuminazione, con i corpi illuminanti invisibili quando spenti, celati dietro pannelli in tessuto che hanno anche il merito di agire da diffusori quando la luce è accesa.

Altra peculiarità che vogliamo segnalare, stavolta tecnica, è data dal fatto che tutte le cabine sono realizzate all’interno di moduli con struttura flottante in alluminio. Una soluzione che abbiamo apprezzato in navigazione perché in grado di smorzare ogni tipo di vibrazione, riducendo drasticamente la rumorosità a bordo. Durante la prova in mare abbiamo anche potuto apprezzare le prestazioni che lo scafo sa regalare, spinto da una coppia di MTU da 2.637 HP cadauno. A velocità massima abbiamo raggiunto i 28 nodi mentre la crociera l’abbiamo rilevata attorno ai 24 nodi. Un livello di performance reso possibile grazie a un’opera viva evidentemente ben progettata e al contenimento dei pesi ottenuto utilizzando la tecnica dell’infusione per la costruzione, particolare che incide anche sui consumi.

 

SCHEDA TECNICA

Lunghezza f.t. 36,50 m - Larghezza massima 7,60 m - Immersione a pieno carico 2,25 m - Dislocamento a pieno carico 175t - Cabine ospiti 5 - Cabine equipaggio 2 - Motori Mtu 16V 2000 M94 - 2637 mhp @ 2450 rpm - Potenza 1.939 kW @ 2450 rpm - Velocità massima 28 nodi - Velocità di crociera 24 nodi - Combustibile 13.700 l - Acqua 4.500 l - Materiale di costruzione: vetroresina - Carena planante - Deadrise 16° - Progetto: Sanlorenzo