Home > Cantieri > Rio Yachts > RIO 580 Cabin Roberta di Camerino: lo stile di Anna Scarani, 40 anni fa

RIO 580 Cabin Roberta di Camerino: lo stile di Anna Scarani, 40 anni fa

 Stampa articolo
Rio 580 Cabin, vestito da Roberta di Camerino
Rio 580 Cabin, vestito da Roberta di Camerino

“Nove”: numero biblico, che entra nel novero dei numeri perfetti e che misura – addirittura – tante vite. Il primo foglio di calendario del 2019 induce dunque a contare quanto è successo negli anni a desinenza 9. Un po’ per gioco, ma anche per verificare coincidenze significative, che hanno fatto storia. Correva l’anno 1979 e il Cantiere Rio, da sempre più portato a guardare – profeticamente? - avanti, che a cavalcare l’onda del momento, intuisce la possibilità di conquista dei mercati d’oltreoceano (confortata dai dati di un marketing evoluto, che dà l’identikit del target utile). Sì, gli americani - e non solo loro - amano il bello del “made in Italy”.

advertising

Anna Scarani
Anna Scarani

E allora perché non incrementare il patrimonio di eleganza del design di casa Rio? Detto fatto e il cantiere fa il grande passo a braccetto con una grande firma del fashion italico: Roberta di Camerino. Il prestigioso modello RIO 580 CABIN – entrato in catalogo nel 1979 – viene così vestito dalla nota stilista. “Griffe su griffe”. L’intervento in stile Roberta di Camerino occupa interni ed esterno soprattutto con i supporti del colore. Happy End: nasce un prodotto di successo raffinato, persino sofisticato che piace a prima vista. Grazie Roberta! Dopo quarant’anni la tua eleganza ci nutre ancora.

Con questo testo, nel quale si celebrano i 40 anni dalla presentazione Rio 580 Cabin personalizzato dalla stilista Roberta Di Camerino, vogliamo ricordare e rendere omaggio a un marchio così importante per la storia di tutti gli appassionati della nautica in Italia e nel mondo come Rio Yachts – basti pensare che di un solo modello della linea di barche prodotte negli anni ’70 in ABS, il Rio 310, furono venduti in 50.000 esemplari – e in particolare ad Anna Scarani.

Anna Ziliani Scarani per più di cinquant’anni ha lavorato con le barche. Lo ha fatto con la sua famiglia, con grande passione e una verve inesauribile, portando alla ribalta internazionale il cantiere Rio, oggi Rio Yachts. Un cantiere con una storia bella e lunghissima, nato quasi 60 anni fa, che con le sue barche ha portato alla nautica generazioni di diportisti, investendo in tecnologia, innovazione e senza perdere di vista l’eleganza del prodotto. Un’imprenditrice che ha saputo diffondere l’amore per il mare e lo stile italiano, permettendo alle sue imbarcazioni di essere ammirate da neofiti e apprezzate dagli intenditori.

Piergiorgio e Luigi Scarani
Piergiorgio e Luigi Scarani, il fondatore del cantiere Rio

Le sue intuizioni nel marketing nautico hanno fatto scuola e questo Rio 580 Cabin ne è una testimonianza, poiché fu uno fra i primissimi esempi partnership fra una griffe dello yachting e una casa di moda, che al tempo fece molto parlare di sé, aprendo alla “contaminazione” fra i due mondi.

Oggi Anna Scarani dedica la vita ai suoi nipoti, sostenendo da dietro le quinte l’attività dell’azienda, oramai nelle salde mani del figlio Piergiorgio Scarani, per tanti anni al fianco del papà Luigi Scarani, compianto fondatore di Rio.

La figura di Anna Scarani è stata per altro essenziale per dare slancio al ruolo ricoperto dalle donne che lavorano nella nautica e nel suo indotto, un settore in passato prevalentemente maschile, che dopo i successi della “signora Rio” ha visto progressivamente un sensibile aumento nella presenza di figure femminili, specie ai posti di vertice. Non possiamo che congratularci ancora con Lei e con tutto il team di Rio Yachts. Ad maiora

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare