Home > Cantieri > Perini Navi Group > TBWA\Italia vince la gara per la nuova brand image di Perini Navi

Tag in evidenza:

TBWA\Italia vince la gara per la nuova brand image di Perini Navi

 Stampa articolo
La Perini Navi Cup 2018 a Porto Cervo
La Perini Navi Cup 2018 a Porto Cervo

TBWA\Italia vince la gara per la nuova brand image di Perini Navi, leader mondiale nel design e nella costruzione di superyacht a vela e a motore.

Perini Navi è stata fondata nel 1983 da Fabio Perini che, con il primo prototipo di quella che sarebbe presto divenuta la serie di yacht a vela più famosa al mondo, ha rivoluzionato il sistema di controllo delle vele avvolgibili e il modo di intendere e di vivere le barche a vela: grandi yacht con ampi spazi e manovrabili da una sola persona. Dalla vela al motore, attraverso l'acquisizione del cantiere Picchiotti di La Spezia, pioniere nel design e nella costruzione di yacht a motore.

Nel settembre 2017 Perini Navi ha unito i due marchi sotto un unico grande brand. Gli yacht a motore d’ora in avanti navigheranno con la stessa bandiera degli yacht a vela: quella di Perini Navi. Oggi Perini Navi è "one brand, one company", un unico grande brand che unisce vela e motore.

In fase di gara è stato chiesto di sviluppare una nuova brand image per comunicare questa strategia, insieme a una campagna di comunicazione che comprendesse attività digital e social oltre al BTL.

TBWA\Italia ha vinto la consultazione grazie all’utilizzo della Disruption®, il suo tool strategico che l’ha portata a proporre una visione innovativa per comunicare l’eccellenza di Perini Navi, che continua a rivoluzionare il mondo degli yacht.

Il team di gara era guidato da Domenico Grandi, client e new business director, Michael Arpini, chief strategy and digital officer, Gina Ridenti e Hugo Gallardo, Group Executive Creative Director. Hanno lavorato al progetto Benedetta Melli, account director con Marta Prosperi, senior strategic planner e Giulio Comandini, junior planner. Lorenza Pellegri, direttrice creativa e copywriter con Ferdinando Galletti, art e creative supervisor. Silvia Congiu, producer.