Home > Cantieri > Palumbo Group > Palumbo Group: aggiornamenti di cantieri maggio 2016

Palumbo Group: aggiornamenti di cantieri maggio 2016

 Stampa articolo
Palumbo
Palumbo

Daniela Spinelli nuovo Marketing & Communication Manager

advertising

Metà italiana, metà americana, Daniela Spinelli inizia la sua carriera lavorando per l’Ammiraglio della Sesta Flotta della Marina degli Stati Uniti a Napoli, Italia.
Sono probabilmente le sue origini cosi diverse a conferirle la su a particolare personalità. Una s piccata dedizione, impegno e lealtà nel lavoro insieme alla sua profonda passione e creatività.
“In 50 anni di attività abbiamo acquisito una straordinaria esperienza nel settore delle navi commerciali, ferries e yachting nel mondo. Il nostro obiettivo è quello di diventare il principale punto di riferimento in riparazione e refit per la nautica, grazie al supporto di una rete di infrastrutture nel Mediterraneo in continua espansione. Inoltre utilizzeremo il know-how acquisito per costruire la nostra linea di superyacht sotto il marchio Columbus Yachts e non solo” - afferma Giuseppe Palumbo – Ceo di Palumbo Group S.p.A. – nel dare il benvenuto a Daniela Spinelli. “Dopo un lungo periodo nel settore” – spiega Daniela – affronto questo nuovo incarico che rappresenta una grande ed importante opportunità di carriera. Sono stata fortunata. Ho avuto la possibilità di costruire il mio bagaglio di conoscenze nel settore dello yachting lavorando con persone di grande talento. Sono fiera di portare insieme a me, parte di questi talenti e poterli fondere insieme per contribuire ai futuri successi di Palumbo. Credo che Palumbo abbia un grosso potenziale.
Riesco a percepire in cosa la famiglia Palumbo ha investito con passione gli ultimi 50 anni di attività. Hanno dedicato risorse, finanze e
d impegno nel costruire ciò che naturalmente è diventata la loro mission”.
“Daniela è stata nominata Marketing & Communication Manager di Palumbo S.p.A. Il suo obiettivo primario sarà quello di costruire una forte riconoscibilità del brand attraverso lo sviluppo dei marchi appartenenti a Palumbo Group S.p.A., sottolineandone la forza derivante dall’appartenenza a un
gruppo con una tale storia e patrimonio” – afferma Giuseppe Palumbo. “Il nostro team ha degli obiettivi estremamente specifici. Cercheremo di sottolineare quelli che sono i servizi essenziali di Palumbo, rafforzare il network dell’after-sales, insistere sulla puntualitàcon cui offriamo il nostro lavor o ai clienti. Promuovere  mole nostre competenze interne e il nostro
approccio ‘eco friendly’ nei settori di costruzione e refit di superyachts. Il nostro fine è di rimanere un’azienda orientata al cliente e di sviluppare una sempre maggiore attenzione nella realizzazione di prodotti tecnologicamente avanzati. Abbiamo obiettivi di marketing ambiziosi per il futuro, che richiedono
un potenziamento della divisione marketing - comunicazione. A Malta, Marsiglia e Monaco sono state assegnate delle risorse dedicate per seguire le attività di marketing locale. La
Napoli resta la Headquartersi.
Palumbo Superyachts inaugura la nuova sede a Tenerife Palumbo inizia la su a attività nel 1967 come piccola carpenteria di supporto al mercato locale diriparazione navale. Ora la società è un gruppo con quattro diverse divisioni e cinque sedi (a cui si aggiunge un ufficio affiliato a Monaco) e rappresenta il maggiore centro nel Mediterraneo per la manutenzione e refitting navale, con un sistema di infrastrutture in continua espansione. Il gruppo ha costruito e consolidato la sua reputazion e negli ultimi 50 anni grazie ad un team di professionisti che avevano un obiettivo comune molto preciso: supportare i clienti attraverso un’ampia gamma di servizi espletati con estrema puntualità: vendita e assistenza post-vendita con una rete di infrastrutture – Palumbo Superyachts –nel cuore del Mar Mediterraneo (Napoli, Messina, Malta, Marsiglia). Attualmente PSY vanta un incredibile portafoglio clienti e collabora con i protagonisti del panorama nautico.
In aggiunta a queste due divisioni, Palumbo Group S.p.A. opera nel settore della costruzione navi per trivellazioni off-shore nonché nel settore del noleggio di gru.
Palumbo Group ha recentemente annunciato l’acquisizione del suo quinto cantiere con base a Tenerife (Isole Canarie, Spagna) che rappresenta un’importante mossa per rinforzare la presenza di Palumbo Superyachts al di fuori dal bacino del Mediterraneo. L’attività di Palumbo Messina e Palumbo Napoli è focalizzata sulla riparazione, cost
ruzione, modifica, riconversione e manutenzione di tutti i tipi di navi e linee di crociera Le società del gruppo sono certificate ISO 9001 dal 1998, ISO 14000 dal 2005 e sono state
dichiarate conformi al modello organizzativo e di gestione OHSAS 18001. Nel Novembre 2014, la filiale maltese del gruppo, ha ottenuto dal GTT (Gaztransport & Technigaz), la certificazione per la manutenzione e riparazione di metaniere, specializzate nel trasporto di gas naturale liquefatto.
Tutte le attività sono condotte nella piena conformità alle norme e regolamenti esistenti in ambito ambientale.
Columbus Yachts – aggiornamenti sulle nuove unità e sui nuovi awards 2016
In aggiunta alla Palumbo Superyachts, il gruppo costruisce anche la propria gamma di superyacht
sotto il brand di Columbus Yachts, con produzione localizzata nel cantiere di Napoli.
Le diverse linee, tutte personalizzabili secondo le esigenze degli armatori, uniscono 50 anni di tradizione nella costruzione di navi con una produzione orientata all’utilizzo delle tecnologie più avanzate, grazie al supporto del suo efficiente team interno di ingegneri e alle collaborazioni con le più importanti società internazionali di design come Hydrotech, Marco Casali e Vafiadis.
Le unità in acciaio e alluminio sono disponibili in quattro diverse linee: Liberty (da 26 a 38m), Berlinetta (da 33 a 50m), Oceanic Classic&Explorer (da 50 a 80m) e –forse la più sorprendente e premiata – la Sport Hybrid. Columbus Yachts, che vanta già quattro yacht in acqua (un 40m nel 2014 e un 54 m nel 2011), nel 2015 ha varato due nuove unità: il 40m Sport Hybrid – M/Y DIVINE – e il 57m Classic – M/Y TAIBA.

M/Y DIVINE – Vincitore Superyacht Awards 2016 per la categoria Semi-Displacement&Three Deck 30m – 40.9metri
Grazie alle sue linee morbide, ai suoi spazi interni luminosi e tranquilli e alle sue performance semi-dislocanti, M/Y DIVINE di Columbus Yachts ha attirato l’attenzione della giuria di Boat International. Quando poi queste caratteristiche si sommano a una resistenza perfetta a tutti i tipi di mare e a un consumo di carburante responsabile grazie al propulsore diesel-elettrico, questo yacht di 40.1m risulta decisamente vincente.
Tra le caratteristiche più apprezzate dai giudici, sicuramente spiccano le murate abbattibili che formano del le bellissime terrazze laterali. Non sono passate inosservate anche le vetrate scorrevoli posizionate tra il salone e l’esterno che, quando piegate, inondano lo spazio interno di luce e aria.
Dal punto di vista tecnico, la propulsione ibrida dello yacht permette da una parte di risparmiare carburante e dall’altra di navigare silenziosamente a otto nodi, grazie alla spinta dei generatori con giri al minuto fissi con basse emissioni. Durante la navigazione, insieme ai motori principali, lo stesso motore elettrico è utilizzato come generatore, permettendo così di spegnere il gruppo elettrogeno.
La progettazione navale e il design esterno è stato realizzato da Palumbo Group e Hydrotech, mentre l’interno è stato concepito da Palumbo Group in collaborazione con H ot Lab Studio.
Questo premio è il secondo Superyachts Award ricevuto da Columbus Yachts, dopo quello assegnatogli nel 2012 per M/Y PRIMA di 54m. Questi importanti riconoscimenti vanno inoltre ad aggiungersi ai tre ShowBoats Design Awards ricevuti per il design interno, esterno e styling dello Sport Hybrid M/Y ELEONORA III di 40m. 

70m Oceanic Classic in costruzione
Attualmente il cantiere napoletano ha in costruzione un Oceanic Classic di 70m. Realizzato in acciaio e alluminio e progettato dallo studio Vafiadis e Associati, questo elegante superyacht rappresenta uno dei più grandi yacht del mondo co struiti “in speculazione”, senza committente.
Le sue linee morbide e fluide uniscono fascino e funzionalità, consentendo di accogliere l’ampia piscina sul ponte di prua, uno spazioso beach club, la palestra e la sontuosa cabina armatore. Conun’autonomia di 5.000NM (@11 nodi) e una velocità massima di 18 nodi, il Columbus Oceanic 70m vanta non solo una straordinaria estetica, ma anche di prestazioni invidiabili.

 

Le ultime notizie di oggi