Home > Cantieri > Ice Yachts > Ice 52: Phelia si aggiudica "La Rotta del Vino e dell'Olio"

Ice 52: Phelia si aggiudica "La Rotta del Vino e dell'Olio"

 Stampa articolo

Salvirola, 29 settembre 2017 – Un nuovo successo per l’ICE 52 “PHELIA” che si è aggiudicato il primo posto nella “gastronomica” regata La rotta del vino e dell’olio, organizzata dallo Yachting Club Cala De’ Medici il 23 e 24 settembre scorsi.

advertising

Ice 52: Phelia si aggiudica
Ice 52: Phelia si aggiudica "La Rotta del Vino e dell'Olio"

Phelia, così si chiama la barca dell’armatore tedesco Gerts Rainer, dalla crasi dei soprannomi delle due figlie, si era aggiudicato un meritatissimo 2° posto a giugno, dopo solo 4 giorni dal varo, all’ELBABLE, la regata palindroma che consiste nel giro dell’Isola d’Elba in entrambi in sensi, sulla base della tattica decisa. 

Phelia è un ICE 52 costruito in vetro carbonio con 3 cabine, 2 bagni, con l’albero Southern Spar in carbonio e vele Millenium. Pescaggio 2.80 e timone con asse in carbonio.

L’ICE 52 è un’imbarcazione che sta avendo un grande successo sia in termini di design che di prestazioni sportive. Un fast cruiser che nella sua versione race (ICE 52RS) ha già ottenuto, negli ultimi mesi, premi e riconoscimenti in alcune delle rassegne nautiche più importanti del mondo tra cui l’Asia Marine & Boating Awards 2017 nella categoria “Yacht a vela sopra i 45 piedi”, durante la 22esima edizione del China International Boat Show (CIBS), la nomination per il Sailing Today Awards 2017 nella categoria “Best perfomance cruiser”. 

Ancora una volta il cantiere di Marco Malgara, si propone all’attenzione del pubblico e degli addetti ai lavori con un modello all’avanguardia che rispecchia l’eccellenza italiana nel mondo della nautica.

ICE YACHTS, cantiere situato a Salvirola, nel cuore della pianura padana, è l’unico nel panorama italiano che produce tutto in casa, un po’ come gli illustri vicini Ferrari e Lamborghini a cui l'azienda piace paragonarsi, l’arma vincente che tanto piace ai  clienti che accorrono da ogni angolo del mondo, dal Messico a Hong Kong. 

Le sue barche, dall’ICE 33, al 52 e 52R, fino al 60 (prossimo al varo), al 100 piedi e all’ultimo nato il CAT 61, sono tutte frutto di una lavorazione “artigianale”, dalla progettazione alla falegnameria degli interni, all’utilizzo di materiali compositi e tecnologie d’avanguardia. 

Le ultime notizie di oggi