Home > Cantieri > Hanse Yachts AG > Il moderno yacht Moody 54 DS tra i primi quattro alla ARC Plus

Il moderno yacht Moody 54 DS tra i primi quattro alla ARC Plus

 Stampa articolo
Moody 54 DS Mojeka
Moody 54 DS Mojeka

In occasione della trentesima edizione di ARC+, l’Atlantic Rally for Cruisers, il Moody 54 DS „Mojeka“ ha conquistato in entrambe le sottocategorie rispettivamente il secondo e il quarto posto del gruppo B.

Con 260 imbarcazioni e 1.250 velisti partecipanti, di cui 40 bambini sotto i 16 anni, il Moody 54 DS si è imposto prepotentemente e ha potuto piazzarsi in modo eccellente.

I proprietari hanno attraversato l’Atlantico via Capo Verde con la futura coppia di skipper e altri tre amici di Las Palmas e ha raggiunto dopo 3.125 miglia l’isola caraibica di Santa Lucia.

L’attraversata dell’Atlantico dello yacht da crociera è stata interrotta soltanto da un fronte temporalesco, particolarmente piacevole.
Nessuna meraviglia, in quanto il loro Moody 54 DS è dotato di ogni lusso immaginabile, che qui è di casa: lavatrice, condizionatori, piani di cottura elettrici, 4 frigoriferi, macchina da caffè automatica, impianti di comunicazione satellitari Wi-Fi, vari schermi piatti e molto altro.

Per garantire l’indipendenza, per esempio nei paesaggi tropicali, il lussuoso yacht deck saloon è dotato di generatore, pannelli solari e dissalatore, in modo che anche nella baia dei sogni più remota si possa proseguire un confortevole soggiorno a bordo del Moody 54 DS senza alcuna limitazione.

Per assicurare la massima comodità di viaggio anche durante le navigazioni più lunghe, il Moody 54 DS dispone, inoltre, di vele in laminato high-tech avvolgibili elettricamente in modo tale che, come nel caso del fronte temporalesco durante la regata ARC, i velisti della „Mojeka“ hanno potuto subito avvolgerle premendo un pulsante.

L’essere giunti al traguardo con l’eccellente piazzamento tra i primi quattro, dimostra chiaramente che anche un Moody 54 DS con una dotazione confortevole può sempre essere in testa, e senza il gennaker o spinnaker! „Durante l’attraversata dell’Atlantico durata 12 giorni, le vele in laminato sono risultate davvero ottime, tanto che abbiamo potuto navigare tranquillamente a una velocità di oltre sette nodi. Al traguardo ci siamo resi conto che questa esperienza di navigazione unica è stata resa possibile non tanto grazie a noi, quanto alla nostra meravigliosa imbarcazione“, ha dichiarato orgogliosamente l’attraversatore dell’Atlantico nel luogo di arrivo dell’ARC+, a Santa Lucia.