Home > Cantieri > Ferretti Group > Ferretti Yachts 720 debutta al Cannes Yachting Festival 2019

Ferretti Yachts 720 debutta al Cannes Yachting Festival 2019

 Stampa articolo
Ferretti Yachts 720 debutta al Cannes Yachting Festival 2019
Ferretti Yachts 720 debutta al Cannes Yachting Festival 2019

Lo yacht, che inaugura un nuovo modo di vivere il mare, debutta al Cannes Yachting Festival 2019

advertising

Come una casa, la tua casa, con tutti i comfort di uno yacht dall’eleganza senza tempo, per abitare il mare con stile e con una sensazione di benessere mai provata prima. Ferretti Yachts 720, pronto al debutto al Cannes Yachting Festival, capitalizza gli standard dell’esperienza di navigazione, grazie a incredibili spazi, molteplicità di aree stivaggio e altezze fuori dal comune. Frutto della collaborazione fra Comitato Strategico di Prodotto e Direzione Engineering Ferretti Group, è il secondo progetto il cui design esterno è stato realizzato dall’architetto Filippo Salvetti in collaborazione con Ferretti Group, mentre gli interni sono opera degli architetti e dei designers del Gruppo.

Creato in family feeling con gli yacht della gamma, Ferretti Yachts 720 ripropone l’apprezzato design aerodinamico che si esprime con forme tese e armoniche, a vantaggio dell'estrema pulizia delle linee di tuga. Lungo 73,3 piedi (22,30 metri) e largo 18,4 piedi (5,60 metri), installa a bordo soluzioni funzionali e di stile straordinariamente innovative per un’imbarcazione di questo piedaggio, che sottolineano la continua evoluzione del marchio che riesce, allo stesso tempo, a conservare il proprio carattere distintivo, riconoscibile su tutte le imbarcazioni della gamma.

AMBIENTI ESTERNI
A poppa troviamo già un punto di forza di questo nuovo modello: al centro della spiaggetta, un grande portello si apre a ribalta svelando un comodo divanetto. L’ombreggiatura di un tendalino crea un’area conviviale a livello del mare senza eguali sul mercato, ampliata ulteriormente dalla possibilità di sfruttare la spiaggetta che, con movimentazione elettroidraulica, svela ulteriori gradini di discesa sullo specchio di poppa, e permette di varare un tender lungo fino a 3,95 metri o una moto d’acqua a tre posti. Nella versione standard, al posto del divanetto, è possibile avere un comodo spazio di stivaggio per due Seabob. In continuità con il processo innovativo introdotto sui nuovi modelli, la zona esterna di prua rappresenta un altro plus, che nessuna imbarcazione di questo piedaggio possiede: grandi spazi vivibili e intercambiabili consentono di avere un’area trasformabile da grande prendisole relax in comoda zona pranzo con tavolino centrale. Ai lati dei prendisole, i porta oggetti e i porta bicchieri sono incorniciati da quattro luci di cortesia a scomparsa, e pali in carbonio sostengono un bimini in grado di coprire integralmente l’area. Gavoni e aree stivaggio sono collocati sotto i prendisole.

L’ampio flybridge, di 31 m², realizzato in fibra di carbonio e materiali compositi, prevede la seconda stazione di comando a prua sulla destra, attorniata da un grandissimo prendisole fronte mare. A centro barca, una dinette centrale è servita dalla zona bar - con area cottura, frigo, lavandino e vani storage - collocata verso poppa dove è inoltre possibile allestire l’imbarcazione con arredamento freestanding. Su richiesta, è possibile avere una gruetta con tender Williams fino a 3,25 m o moto d’acqua. L’imbarcazione è disponibile nella versione standard con roll-bar centrale e bimini integrato a scomparsa, mentre la configurazione opzionale hard top è disponibile in tre versioni diverse: con cristallo fisso, con bimini integrato oppure con lamelle apribili.

AMBIENTI INTERNI
In pozzetto, la pulizia delle linee si rivela già con l’ormeggio nascosto alla vista; un divano di poppa fronteggiato da un tavolo per 8 persone. È possibile ampliare ulteriormente la zona conviviale aggiungendo un altro divanetto oppure un piccolo mobile bar a dritta, a ridosso della porta vetrata di accesso al salone a tutto baglio. Questa, per la prima volta a bordo di un modello Ferretti Yachts, può essere aperta lateralmente e traslare nascondendosi interamente nella murata di dritta. Il salone è un open space di 27m², con altezze che superano i 2 m, organizzato in 3 ambienti: la  zona living con due grandi divani contrapposti provvisti di ampi storage è separata dalla zona pranzo rialzata, che offre un comfort assoluto per una barca di queste dimensioni: l’ampiezza dell’open space permette di avere un tavolo da pranzo trasversale per 8 persone - ampio e leggero, che lascia spazio per il movimento e contribuisce a dare l’idea di confort domestico - affiancato da un mobile molto grande che, oltre a essere funzionale, è anche un importante elemento architettonico. A prua, e quindi dietro la zona pranzo, c’è la cucina, concepita come ambiente aperto e minimale, che prevede un piano cottura fronteggiato da lavandino nascosto; una porta elettrica di accesso al camminamento laterale a sinistra consente una migliore gestione dei flussi facilitando lo scorrimento del servizio. Dalla parte opposta alla cucina, a dritta, c’è la plancia di comando, disposta su doppio livello con quattro display dalle dimensioni massime di 16”, e un finestrino elettrico posizionato a fianco alla seduta pilota.

Proseguendo, al lato della plancia vi sono gli scalini che conducono al ponte inferiore, dove il layout prevede 4 cabine. Anche qui, le altezze superano i 2 m. Sotto la scala di discesa, un ulteriore vano storage può eventualmente diventare una piccola lavanderia. A centro barca, la suite armatoriale, posta su un livello dedicato, è un ambiente full beam di 20m², preceduto da uno spazio adibito a zona relax con un grande divano. Successivamente, gli spazi introducono al letto e, alle sue spalle verso poppa, a una cabina armadio dedicata sulla sinistra e al grande bagno a dritta, con due lavabi e servizi e doccia separati. Questo allestimento, che riprende la filosofia progettuale degli ultimi modelli, garantisce maggiore isolamento acustico dalla sala macchine, con notevoli benefici a livello di comfort. Le due cabine doppie hanno due letti separati e condividono un bagno con funzionalità anche di bagno a giorno, mentre a estrema prua ritroviamo la cabina VIP, con proprio bagno e doccia separata. Sul ponte inferiore troviamo anche i locali dell’equipaggio, con una zona di servizio - che include una lavanderia e una cabina doppia con bagno e doccia separata - con ingresso nella sala macchine. L’accesso avviene dal pozzetto, sotto la scala di risalita sul flybridge.

STILE E DECOR
Il cantiere offre all’armatore la possibilità di scegliere tra due versioni di stile che prevedono allestimenti e scelte cromatiche differenti. Mantenendo l’essenza noce, una prima versione avrà elementi caratterizzanti in toni laccati chiari e neutri, e sarà proposta sulla prima unità. La seconda invece è caratterizzata da tonalità scure. Uno degli elementi distintivi è l’ampio mobile del salone, che nella versione chiara è disponibile in noce con motivo a righe oblique mentre nella versione scura è in ebano lucido. Altri materiali ampiamente utilizzati sul ponte principale e nelle cabine del ponte inferiore sono: la pelle sui cielini e sui rivestimenti di letti e testaletto, cristalli retroverniciati sulle superfici dei mobili e pregiati tessuti nei divani. Le superfici delle pareti, sia sul ponte principale che sul ponte inferiore sono realizzate nell’innovativo materiale nanotecnlologico Fenix, con lavorazione cannettata.

Caratterizzato da una bassa riflessione della luce, il Fenix ha una superficie estremamente opaca, anti impronte e piacevolmente morbida al tatto. La lavorazione cannettata consente di ottenere giochi di luci e ombre che accompagnano il percorso visivo al passaggio nel salone, fino alla discesa nelle cabine. La cabina armatoriale, con i suoi ampi spazi che permettono di scoprire un ambiente unico e privato, riprende i giochi materici e cromatici del ponte principale, svelando un design minimale ma dettagliato che dialoga in continuità con la cabina armadio e il grande bagno armatoriale, con inserti in cristallo fumé. Questo presenta un design funzionale nelle forme e in linea con le tendenze attuali. In generale, lo stile di questo nuovo modello si basa su un riuscito mixage di texture diverse tra loro, come il cannettato delle pareti, le righe del cielino, la quadrettatura dei testaletto e il motivo a righe oblique del mobile del salone, che dialogano in profonda e naturale armonia.

L’impianto d’illuminazione è stato studiato appositamente per questo modello: una combinazione di LED orizzontali integrati nei cielini che creano un effetto di luce diffusa, abbinati a faretti verticali indipendenti provvisti di spot regolabili che caratterizzano in maniera scenografica punti specifici e peculiari. Questo sistema consente all’armatore di scegliere l’intensità e l’effetto luminoso sul ponte principale e in tutti gli ambienti del ponte inferiore.

L’armatore può decidere di aggiungere faretti con il supporto dei progettisti del Cantiere, per personalizzare al massimo l’impianto di illuminazione.

MOTORIZZAZIONE E TECNOLOGIA
La prima unità di Ferretti Yachts 720, equipaggiata con una coppia di propulsori MAN V12 dalla potenza di 1400 mhp, raggiunge i 32 nodi alla massima velocità e i 28 nodi ad andatura di crociera (dati preliminari). La motorizzazione standard prevede invece una coppia MAN V8 da 1200 mhp. Su richiesta è come sempre disponibile il pacchetto stabilizzazione composto di due Seakeeper per garantire la massima stabilità durante la sosta in rada e in navigazione.

La strumentazione di plancia è integrata, e installa il sistema LOOP sviluppato in collaborazione con NaviopSimrad che consente il monitoraggio delle principali funzioni di propulsione, navigazione, gestione generatori e aria condizionata. Ritroviamo inoltre la timoneria elettroidraulica di nuova generazione, sviluppata in collaborazione con XENTA che, fra i tanti vantaggi, offre maggiore comodità e precisione di guida grazie all’estrema maneggevolezza del timone e a una messa a punto ottimale della virata in ogni condizione di mare, anche a velocità sostenute. Il sistema di timoneria può essere completato con un pacchetto joystick accoppiato a una potente elica di manovra proporzionale, che include le funzionalità docking e tiller/cruise, per un’esperienza di navigazione dinamica e divertente. La funzione cruise consente di aumentare la velocità costante o di decelerare, la tiller permette di correggere la rotta come se si agisse sul timone. Inoltre, l’elica di prua prevista nel pacchetto joystick è di tipo brushless, ossia priva di contatti striscianti, più adatta all’uso continuativo poiché prevede un surriscaldamento molto ridotto e una maggiore resistenza nel tempo.

Infine, lo yacht è dotato di Manuale del Proprietario in formato Digitale Interattivo su I-Pad. Dall’Ipad è possibile consultare le informazioni d’uso e manutenzione dell’imbarcazione e le descrizioni degli impianti e degli equipaggiamenti installati sulla specifica unità, in qualsiasi momento. Le informazioni possono essere ricercate sia per contenuto che per localizzazione sui piani generali, ma anche per ricerca testuale. Colleziona i video disponibili del modello e i manuali d’uso e manutenzione dei singoli apparati. Infine permette la stampa di tutto o parte del contenuto.

Le ultime notizie di oggi