Home > Cantieri > Effebi > Il cantiere Effebi partecipa ad Euronaval 2016

Il cantiere Effebi partecipa ad Euronaval 2016

 Stampa articolo
Team Effebi
Team Effebi

Nel 2016 Effebi consolida la sua presenza sul mercato progettando un nuovo modello di 19 metri, studiato per partecipare alla gara  per la produzione delle vedette per Enti governativi.

advertising

Si tratta di una vedetta velocissima (top speed 60 nodi) per la guardia di Finanza, caratterizzata da elevate prestazioni, capacità di svolgere manovre in spazi anche ristretti e repentini cambi di velocità e/o arresti anche in condizioni meteo marine avverse.

Sicurezza, velocità ed efficienza sono le parole chiave di questo progetto.

L’imbarcazione è stata progettata in modo versatile in modo che sia impiegabile anche con equipaggio ridotto con una razionalizzazione di impianti ed apparati atta ad agevolare le operazioni di manutenzione.

Con questo progetto di 19 metri, la flotta Effebi dedicata alle Coast Guard Boat arricchisce le imbarcazioni già presenti nel range costituite dal 13, 22 e 25 metri, certa di continuare il successo di questi anni che vede consegnate in meno di 10 anni ben 23 unità.

 

 

Il 2016 è stato segnato anche da un innovativo progetto Sand di droni marini progettato insieme a Meccano Engineering Srl e Ids Ingegneria dei sistemi grazie ad un importante finanziamento ottenuto dalla Regione Toscana nell’aprile di quest’anno. Il progetto  coadiuvato da Navigo Innovazione e Sviluppo della nautica centro servizi Toscano, vede anche la partecipazione della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, il Polo universitario di Prato dell’università di Firenze.

 

I droni, veicoli navali di superficie comandati a distanza, saranno costruiti all’interno dello stabilimento Effebi di Avenza (MS).

La collaborazione tra Meccano Engineering Srl (progettazione navale, mercantile e militare) e Ids (ingegneria dei sistemi tecnologicamente complessi) per la progettazione di questi droni marini porterà alla produzione del primo 18 metri, unico esemplare modulare mai realizzato.

 

“Il prodotto sarà modulare e ad alto valore tecnologico” spiega Katia Balducci, Managing Director di Effebi, “questo significa che con pochi adattamenti potrà essere impiegato in più contesti, dall’assistenza e soccorso dei migranti in mare fino al monitoraggio delle condizioni ambientali”.

 

L’idea di realizzare un drone marino modulare nasce proprio dalla riflessione sull’esigenza di una unità in grado di sopperire diversi scopi, dal soccorso in mare alla ricerca idrografica al monitoraggio delle condizioni ambientali. Ad oggi, infatti, tali compiti vengono svolti da diverse unità navali, non da una unica che, con il progetto dei droni marini, accorperà il maggior numero di impieghi sotto un unico sistema.

Ulteriore elemento distintivo di tali droni, sarà il loro impiego senza personale di bordo (unmanned vehicles) attraverso un autopilota di transito che effettuerà il controllo della timoneria; potrà accogliere altresì personale a bordo per governare in maniera tradizionale avendo a disposizione comandi di priorità su qualunque istruzione proveniente da remoto.

 

Ricerca ed innovazione, quindi, come approccio per affrontare le sfide del mercato, elementi distintivi del 2016 che continueranno ad essere approfonditi nel 2017.

Nel 2016 Effebi consolida la sua presenza sul mercato progettando un nuovo modello di 19 metri, studiato per partecipare alla gara  per la produzione delle vedette per Enti governativi.

Si tratta di una vedetta velocissima (top speed 60 nodi) per la guardia di Finanza, caratterizzata da elevate prestazioni, capacità di svolgere manovre in spazi anche ristretti e repentini cambi di velocità e/o arresti anche in condizioni meteo marine avverse.

Sicurezza, velocità ed efficienza sono le parole chiave di questo progetto.

L’imbarcazione è stata progettata in modo versatile in modo che sia impiegabile anche con equipaggio ridotto con una razionalizzazione di impianti ed apparati atta ad agevolare le operazioni di manutenzione.

Con questo progetto di 19 metri, la flotta Effebi dedicata alle Coast Guard Boat arricchisce le imbarcazioni già presenti nel range costituite dal 13, 22 e 25 metri, certa di continuare il successo di questi anni che vede consegnate in meno di 10 anni ben 23 unità.

 

 

Il 2016 è stato segnato anche da un innovativo progetto Sand di droni marini progettato insieme a Meccano Engineering Srl e Ids Ingegneria dei sistemi grazie ad un importante finanziamento ottenuto dalla Regione Toscana nell’aprile di quest’anno. Il progetto  coadiuvato da Navigo Innovazione e Sviluppo della nautica centro servizi Toscano, vede anche la partecipazione della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, il Polo universitario di Prato dell’università di Firenze.

 

I droni, veicoli navali di superficie comandati a distanza, saranno costruiti all’interno dello stabilimento Effebi di Avenza (MS).

La collaborazione tra Meccano Engineering Srl (progettazione navale, mercantile e militare) e Ids (ingegneria dei sistemi tecnologicamente complessi) per la progettazione di questi droni marini porterà alla produzione del primo 18 metri, unico esemplare modulare mai realizzato.

 

“Il prodotto sarà modulare e ad alto valore tecnologico” spiega Katia Balducci, Managing Director di Effebi, “questo significa che con pochi adattamenti potrà essere impiegato in più contesti, dall’assistenza e soccorso dei migranti in mare fino al monitoraggio delle condizioni ambientali”.

 

L’idea di realizzare un drone marino modulare nasce proprio dalla riflessione sull’esigenza di una unità in grado di sopperire diversi scopi, dal soccorso in mare alla ricerca idrografica al monitoraggio delle condizioni ambientali. Ad oggi, infatti, tali compiti vengono svolti da diverse unità navali, non da una unica che, con il progetto dei droni marini, accorperà il maggior numero di impieghi sotto un unico sistema.

Ulteriore elemento distintivo di tali droni, sarà il loro impiego senza personale di bordo (unmanned vehicles) attraverso un autopilota di transito che effettuerà il controllo della timoneria; potrà accogliere altresì personale a bordo per governare in maniera tradizionale avendo a disposizione comandi di priorità su qualunque istruzione proveniente da remoto.

 

Ricerca ed innovazione, quindi, come approccio per affrontare le sfide del mercato, elementi distintivi del 2016 che continueranno ad essere approfonditi nel 2017.

L’AZIENDA EFFEBI

 

 

Effebi è stata fondata nel 1983 dalla famiglia Balducci, tuttora alla guida dell’Azienda. Nel settore navale è oggi un leader indiscusso a livello internazionale per la lavorazione in vetroresina e materiali compositi con tecnologie avanzate. E’ specializzata in navi dai 15 ai 50 metri ed opera nei settori mercantile e militare, con il marchio Effebi, e nella nautica da diporto, con il riconosciuto marchio Mangusta, Mangusta Gransport e Mangusta Oceano.

 

Effebi si sviluppa su diversi stabilimenti produttivi in Toscana, distribuiti nell’area di Massarosa, Massa e Carrara-Avenza per un totale di circa 72.500 mq tra aree coperte e scoperte. Tutte le sedi sono dotate di impianti specializzati, attrezzature e sistemi all’avanguardia che consentono di ottenere un prodotto di alta qualità.

 

“Siamo un’Azienda familiare, di forti valori e grande tradizione, che sa guardare avanti, con un approccio serio e professionale. Ogni attività viene svolta in-house, dalla progettazione alla laminazione in materiale composito e l’assemblaggio di componenti elettrici. Questa nostra competenza si traduce in elevata flessibilità, requisito fondamentale per far fronte alle richieste di ogni singolo Cliente” dichiara Katia Balducci.

 

L’azienda preferisce trattare ogni singola imbarcazione come un progetto a sé stante, con caratteristiche proprie, lontano da logiche di produzione in serie. Dispone di personale altamente specializzato in grado di fornire consulenza al Cliente per la scelta della migliore soluzione tecnica atta ad assicurare un prodotto di qualità controllato in ognuna delle sue fasi costruttive, partendo dalla progettazione e modellazione matematica dei modelli in legno o fresati fino alla realizzazione del prodotto finito attraverso le fasi di costruzione: stampaggio, laminazione e/o infusione, assemblaggio dei singoli componenti e carrozzeria. Tutto il processo produttivo passa attraverso un serrato ed esperto controllo di qualità per garantire i migliori standard richiesti dai vari Enti Internazionali di Classifica e soprattutto la soddisfazione del Cliente, il tutto nell’osservanza di una politica di totale rispetto ambientale. 

 

Effebi è un’azienda che da sempre investe nella ricerca per migliorare l'ambiente e la sicurezza sul posto di lavoro. È riconosciuta ed omologata da tutti i registri navali (RINA, Lloyd’s Register, Bureau Veritas, American Bureau of Shipping, Noske Veritas e KKK-Japan) ed ha adeguato la produzione al Quality Control del Lloyd Register. Ha inoltre ottenuto la certificazione ISO 9001:2008 e ISO 14001:2004. 

Le ultime notizie di oggi