Home > Cantieri > Cantieri Estensi > Cantieri Estensi lancia 535 Maine, il Trawler per tutta la famiglia

Cantieri Estensi lancia 535 Maine, il Trawler per tutta la famiglia

 Stampa articolo
Cantieri Estensi lancia 535 Maine, il Trawler per tutta la famiglia
Cantieri Estensi lancia 535 Maine, il Trawler per tutta la famiglia

Cantieri Estensi, azienda leader nella costruzione di navette e trawler affidabili, eleganti e ricchi di fascino, continua il suo percorso di rinnovamento con il nuovo 535 Maine. Dopo la presentazione del progetto al salone nautico di Düsseldorf, il nuovo modello è sceso in acqua a giugno 2016 e sarà infine presentato al grande pubblico durante il Cannes Yachting Festival di settembre.

EVOLUZIONE DI UN'ICONA

Il nuovo 535 Maine nasce dal grande successo del precedente 530: una barca che, grazie alle soluzioni tecniche innovative, alla grande vivibilità degli spazi, e alla indiscutibile qualità costruttiva, è stata venduta in 35 esemplari, che diventano oltre 60 considerando le sorelle 480 e 640. Oggi il 530 Maine si evolve nel 535, portando importanti novità frutto dell'esperienza maturata e delle ultime tecnologie disponibili.

Le grandi finestrature laterali danno luce alle tre cabine sottocoperta, mentre la nuova soluzione per la porta fra pozzetto e salone permette di creare un ambiente unico che rende il contatto con il mare ancora più diretto. Da un punto di vista tecnico, la partnership con Volvo Penta porta tutti vantaggi dell'elettronica applicata alla navigazione, mentre dotazioni innovative come la plancetta abbattibile o il joystick di manovra in pozzetto rendono la vita a bordo di 535 Maine un'esperienza ancora più confortevole e la rendono la perfetta “casa sul mare”.

ESTERNI

Tre ambienti chiave caratterizzano gli esterni del 535 Maine. Il pozzetto a poppa, interamente protetto dal cappello del flybridge, presenta un grande divano e lo spazio per allestire una dinette per sei persone con tavolo e poltrone. La terza postazione di comando, disponibile a richiesta, permette di manovrare l'imbarcazione dal pozzetto stesso utilizzando il joystick di manovra Volvo Penta. Sotto al pavimento, la passerella idraulica esce dal suo alloggiamento e raggiunge elettricamente la banchina. La plancetta di poppa a richiesta può essere abbattibile elettro-idraulicamente, per alare o varare un tender (fino a 450Kg) o semplicemente per... mettere i piedi in acqua.

Il secondo ambiente conviviale è quello prodiero. Un grande prendisole ospita comodamente fino a quattro persone, mentre altre due trovano posto nel divano fronte marcia, fruibile anche in navigazione lenta per godersi l'orizzonte nella massima quiete. Un salpa ancora elettrico da 1700W con telecomando permette di calare l'ancora in acciaio e 75 metri di catena.

Infine, il grande flybridge offre la possibilità di passare all'aperto un'intera giornata di relax. A fianco della timoneria è presente una dinette, ancora una volta per sei persone, servita dal mobile con frigorifero, grill e lavandino. Lo spazio di poppa è lasciato libero e può alloggiare una gruetta (grazie alla struttura già appositamente rinforzata) per alare un tender leggero, o in alternativa chaise longue o divani prendisole a scelta dell'armatore. Quando il sole diventa troppo caldo, il bimini a scomparsa può essere dispiegato e utilizzato anche in navigazione.

INTERNI

Il salone, a cui si accede dal pozzetto attraverso una nuova porta scorrevole a scomparsa, ha il pavimento interamente rivestito in teak, mentre le essenze dei mobili e i tessuti sono letteralmente a scelta dell'armatore. Le soluzioni disponibili per il layout sono due, una con cucina sul lato sinistro e spostata verso il pozzetto, con la dinette interna collocata a fianco della timoneria, e una con la cucina stessa spostata avanti, separata dal salone da una paratia in vetro trasparente, mentre la parte poppiera del salone è dedicata alle sedute.

Sottocoperta, le due cabine ospiti a centro barca sono entrambe doppie, con letti singoli o matrimoniali, e godono della luce fornita dai nuovi, ampi oblò su entrambe le murate. Il bagno che le serve, dotato naturalmente di doppio accesso dalla seconda cabina e dal corridoio, offre box doccia separato con carabottino in teak e bidet.

La cabina armatoriale occupa tutta la prua del 535 Maine e presenta diverse peculiarità che non potranno non gratificare il proprietario, facendolo sentire a bordo di uno yacht di classe superiore. Prima di tutto, la disposizione del grande matrimoniale (170x200cm) a 45 gradi rispetto all'asse della barca: in questo modo, il letto è comodamente accessibile dai tre lati senza necessità di gradini. Inoltre può usufruire della luce proveniente dall'oblò rettangolare posto proprio sopra la testata, mentre un secondo oblò inonda di luce la stanza dal lato di dritta. Nella parte prodiera, una porta dà accesso alla cabina armadi, non un mobile guardaroba ma una vera e propria stanza dove riporre tutto il necessario per una lunga crociera. Verso poppa il locale toilette con accesso privato è ampio e perfettamente rifinito, e naturalmente presenta doccia separata e bidet come il secondo bagno.

A poppa della sala macchine è disponibile a richiesta l'alloggiamento per l'equipaggio: una cabina ampia dotata di due letti a L e servita da un bagno con altezza interna di 180 centimetri. Il grado di comfort, la possibilità di climatizzare anche questo ambiente, e la sua abbondante volumetria, rendono questo spazio perfetto sia per l'equipaggio sia per una eventuale coppia di ospiti.

TECNICA

Cantieri Estensi sigla una partnership con Volvo Penta, che si traduce nella possibilità di dotare 535 Maine di tutte le più moderne soluzioni tecnologiche per trasmissione e governo dell'imbarcazione. I motori disponibili sono i conosciuti D6, in due range di potenza, abbinati a trasmissioni in linea d'asse. Sulla plancia di comando i nuovi schermi Glass Cockpit di Volvo Penta offrono il controllo di tutti i parametri di navigazione e di monitoraggio al semplice tocco di un dito. Inoltre, interfacciando i controlli elettronici con le eliche di prua e di poppa, si può manovrare la barca con il semplice movimento di un joystick.

Da un punto di vista costruttivo, il 535 Maine è laminato in infusione per offrire la massima rigidità strutturale a parità di peso. Come sul precedente 530, la peculiarità della carena è di poter navigare confortevolmente sia in dislocamento che in planata. Il deadrise relativamente contenuto, 14,5° a poppa, permette di procedere ad andature ridotte con poco carico sui motori, arrivando ad offrire una autonomia teorica di 1000 miglia nautiche a 8-9 nodi. La geometria variabile della carena stessa, che presenta una pinna lungo la chiglia e arriva a 50° di stellatura nella parte prodiera, offre la massima stabilità direzionale e un impatto sempre morbido anche su mare formato, per crociere veloci fino a punte di 25 nodi.

Dotazioni a richiesta come il dissalatore da 140 L/h o il generatore maggiorato fino a 12 Kw permettono di utilizzare 535 Maine per navigazioni particolarmente lunghe, confortati da una costruzione particolarmente solida che non a caso prevede una omologazione in categoria A.

 

 

SCHEDA TECNICA

Lunghezza fuori tutto:     17,00 m

Larghezza:     5,00 m           

Capacità serbatoio carburante:      2800 l

Capacità serbatoio acqua dolce:     800 l

Motorizzazione:      2xVolvo Penta D6-435

Invertitori:     HS80AE

Trasmissione:     Linea d'asse, inclinazione 12°

Deadrise:     14,5°

Velocità massima:     25 kn

Velocità di crociera:     14 kn

Portata massima passeggeri:     12

Categoria di progettazione CE:     A

Costruzione:     Infusione sottovuoto per scafo, murate e sovrastruttura

Progetto:     Maurizio Zuccheri Yacht Design