Home > Cantieri > Cantiere Navale Italia > Nautica: Kifaru Baby debutta al Salone Nautico di Genova

Nautica: Kifaru Baby debutta al Salone Nautico di Genova

 Stampa articolo
KIFARU BABY in navigazione
KIFARU BABY in navigazione

Cantiere Navale Italia al debutto Italiano al prossimo Salone Nautico di Genova 2015 con il nuovo Kifaru BABY - imbarcazione open di 13 metri (43’) totalmente in alluminio che non potrà non essere notata per i suoi contenuti estetici, tecnologici e funzionali, davvero unici nel panorama nautico mondiale.

BABY si fa notare per la sua linea decisamente sportiva e per le sue specifiche costruttive da vero e proprio super-yacht, dalla struttura totalmente in alluminio alla possibilità di personalizzare totalmente l’imbarcazione.

Le linee estetiche interne ed esterne, così come l’architettura navale, sono totalmente Italiani, a cura di Luca Dini - yacht designer di fama internazionale. Tra le scelte compiute spicca una decisa vocazione all’essenzialità e alla purezza delle forme, spogliando la coperta di qualsiasi accessorio visibile che appare solo nel momento del bisogno.  “Un caccia senza ali” lo definisce l’architetto Luca Dini. “destinato ad armatori esperti che apprezzano e sanno riconoscere qualità, innovazione tecnologica e ricercatezza stilistica, alla ricerca di un’imbarcazione compatta o di un luxury-tender esclusivo. Un piccolo superyacht sportivo e performante, ma leggero ed efficiente. Una bellissima smart boat!”.

A BORDO DI KIFARU BABY

Tra le sue caratteristiche ricordiamo l’eleganza data dagli elementi tutti a scomparsa e a filo che la “spogliano” di qualsiasi accessorio che può creare fastidi a bordo. Novità assoluta nel cruscotto, sviluppato dell’Ufficio tecnico di CNI in collaborazione con Naviop, creazione allo stato dell’arte in quanto a tecnologia: rappresenta un blocco unico, liscio, in cui l’unica sporgenza sarà quella del timone. Una plancia high-tech decisamente innovativa, integrata, domotizzata, studiata appositamente per un armatore che vuole essere libero di utilizzare la barca senza comandante in piena privacy. Sarà quindi molto logica e intuitiva, totalmente digitale. Sarà inoltre dotata dei migliori sistemi di sicurezza per affrontare qualsiasi tipo di problema in mare, permettendo all’armatore di avere sempre il controllo dell’imbarcazione anche in situazioni di pericolo.

A prua del nuovo Kifaru BABY, un tavolo telescopico, intarsiato nel pieno del teak sul piano di coperta, sale quando necessario ed è completato da un bimini-top in carbonio per garantire l’ombra oltre che da piani di appoggio e sedute lounge per la convivialità. A poppa un grande prendisole totalmente aggirabile e ombreggiabile accompagna alla spiaggetta di poppa, anch’essa rivestita in teak, e dotata di doccia “altezza-uomo” sostenuta da un’asta telescopica. Altra grande attrazione a bordo sarà la scaletta elettro-idraulica – 1,20 mt di lunghezza per 1 mt di larghezza – unica per dimensioni e comfort su imbarcazioni di queste dimensioni, progettata in-house dall’ufficio tecnico di Cantiere Navale Italia per BABY.

Un  hard-top, anch’esso totalmente in alluminio, ospita gli apparati di sicurezza e comunicazione e un parabrezza “full-crystal” di grande impatto visivo uniscono ancora una volta in modo impeccabile forma & funzione, come nello spirito complessivo di BABY. Internamente, il layout prevede una cabina con un ampio letto matrimoniale, un grande bagno con doccia separata e un mobile cucina completamente accessoriato.

ALLUMINIO ED ARCHITETTURA NAVALE

La scelta dell’alluminio è stata fortemente voluta da Cantiere Navale Italia che ha optato per il materiale più sofisticato, leggero e resistente sul mercato in modo da  puntare, con il nuovo BABY, ad una clientela matura (in termini nautici), esperta e competente, alla ricerca di un un’imbarcazione dal design unico e ricercato, tecnologicamente all’avanguardia e costruita senza compromessi con le specifiche tecniche di un maxi-yacht.

La  lega della serie 5000 (Paralum 5083H11), il cui elemento principale è il magnesio che garantisce doti eccezionali di resistenza alla corrosione particolarmente nell’ambiente marino, oltre ad avere eccezionali qualità di duttilità, lavorabilità e saldabilità.

L’alluminio, aristocratico - in termini nautici - presenta altresì notevoli vantaggi pratici a cominciare dalla manutenzione fortemente ridotta. La sua robustezza, inoltre, non inficia la  leggerezza, che ne diventa così un ulteriore plus, alimentato dalla possibilità di utilizzare lamiere sempre più sottili. Ne consegue una maggiore efficienza di navigazione complessiva unita alla possibilità di installare motorizzazioni meno potenti senza pregiudicare prestazioni e consumi. Da qui la scelta di due Yanmar diesel da soli 370 cavalli ciascuno che, accoppiati a trasmissioni “stern-drive”, consentiranno velocità massime intorno ai 45 nodi. Disponibili su richiesta, piedi poppieri e linea d’asse.

La carena ha una geometria a V planante con angolo di dead-rise di 16.8° a geometria variabile. E' dotata di pattini di sostentamento longitudinali, che contribuiscono a migliorare ulteriormente le caratteristiche di stabilità dinamica.

La progettazione delle sue linee è stata supportata da un’ampia serie di simulazioni CFD (Computational Fluid Dynamic) che hanno consentito di definire le linee ottimali dell’opera viva e valutarne prestazioni, resistenza, assetti e l’andamento delle linee di flusso alle varie velocità di navigazione. Cantiere Navale Italia ha posto altresì particolare attenzione alla forma di ingresso in acqua della prua, alla proporzione e posizione del chine in modo da ottenere uno scafo performante, ma sempre confortevole e reattivo.

Kifaru BABY by Cantiere Navale Italia nasce da un concept di prodotto che si avvicina fortemente alla costruzione di un superyacht in lega leggera, concentrando in dimensioni compatte, tutte quelle caratteristiche che si ritrovano in un’imbarcazione di lunghezza, prezzo e, soprattutto, livello qualitativo decisamente superiori. Inclusa la possibilità di customizzazione praticamente totale.

BABY nasce come luxury tender, ma può essere scelto e apprezzato anche come seconda imbarcazione, oppure da un single o una coppia, sia come day-boat con gli amici, sia per brevi crociere.