Home > Cantieri > Baglietto > "Baglietto, un sogno sul mare" la mostra si sposta a La Spezia

"Baglietto, un sogno sul mare" la mostra si sposta a La Spezia

 Stampa articolo
Baglietto, un sogno sul mare
Baglietto, un sogno sul mare

Nell’ambito  degli  eventi  che  anticipano il “Palio del Golfo”, appuntamento annuale che si svolge a La Spezia il 5 agosto e giunto alla 93° edizione, sarà inaugurata nei locali dell’ex Dogana dell’Autorità Portuale di La Spezia, giovedì 12 luglio la mostra “Baglietto, un sogno sul mare”, disegni fotografie e modelli che ripercorrono la storia del marchio del Gabbiano.

Organizzata da Baglietto, che la ha voluta nella propria città, e fortemente voluta dal Comune di La Spezia che ne ha dato il patrocinio, la mostra, è alla sua seconda edizione quest’anno, dopo il successo dello scorso aprile a Palazzo San Giorgio a Genova.

L’edizione spezzina ripropone il  concept di successo della precedente, volto a coniugare la tradizione  di  una  solida  storia  artigianale  con  la  continua  ricerca  tecnologica  ed  estetica: un inedito percorso attraverso una carrellata di immagini e installazioni, in un contesto che vuole raccontare una storia imprenditoriale unica ed inimitabile.

Obiettivo  della  mostra, di cui è ideatrice e curatrice l’arch.  Emanuela  Baglietto - figlia  di  Pietro Baglietto, ultimo  proprietario  dell’attività di  famiglia  assieme al  cugino  Giampiero  e architetto partner  del  Renzo  Piano  Building  Workshop - è quello di ripercorrere le  tappe  fondamentali  della storia del cantiere Baglietto, dalla  fondazione nel  1854 fino  al  suo  affermarsi  come eccellenza italiana  nel  design  e  nella  nautica.
Un  vero  e  proprio  omaggio  alla  storia  del  cantiere, dai  primi gozzi ai motoscafi da diporto e da corsa passando per i MAS delle Guerre Mondiali, le imbarcazioni sperimentali, le innovazioni tecnologiche e le barche per clienti ed armatori d’eccezione.  Uno sviluppo sempre costante e attento alle innovazioni del mercato che si ritrova anche nel progetto del  Gruppo  Gavio,  che  nel  2012  ha  acquisito  il  marchio  del  Gabbiano.
Una  parte  della  mostra  è anche  dedicata  alla  Baglietto  di  oggi,  alle  ultime  imbarcazioni  di  successo  come  Lucky  Me, Andiamo  e  Ridoc,  alle  sue  persone, che  ogni  giorno  contribuiscono  con  il  loro  lavoro  a  rendere  il marchio  del  Gabbiano  un’icona  della  Nautica  da  diporto,  e  all’eccellenza  progettuale  e tecnologica del cantiere.

La mostra, organizzata da Baglietto, con la direzione artistica dell’Arch. Matteo Orlandi, sarà divisa in aree tematiche che ripercorrono le tappe fondamentali della produzione attraverso un progetto espositivo  costituito  da  una  struttura  leggera  di  aste  in  legno  lamellare,  una  sorta  di  mikado  a supporto di fotografie storiche e di segni nautici che sembrano sospesi nell’aria.

L’esibizione sarà  visitabile dal  12  luglio  al  5  agosto con  apertura dal  martedì  alla  domenica in orario continuato dalle ore 18:00 alle ore 23:00.
Main  sponsor  dell’iniziativa  è PCA,   società   di   brokeraggio   in dipendente   ed   internazionale, appartenente  al  Gruppo  Gavio,  che  opera  dal  1988  nel  campo  della  Consulenza  Assicurativa  e Riassicurativa. In  30  anni  di  attività,  PCA  è  progressivamente  cresciuta,  collocandosi  fra  i  più importanti brokers indipendenti a capi tale italiano.