Home > Cantieri > Baglietto > Baglietto presenta il nuovo 54m Unicorn al Salone nautico di Monaco

Baglietto presenta il nuovo 54m Unicorn al Salone nautico di Monaco

 Stampa articolo
Baglietto presenta il nuovo 54m Unicorn al Salone nautico di Monaco
Baglietto presenta il nuovo 54m Unicorn al Salone nautico di Monaco

Baglietto, storico cantiere spezzino parte del Gruppo Gavio, partecipa ai Saloni nautici europei con due anteprime mondiali: dopo il successo al Cannes Yachting Festival, il Baglietto 46m FAST - vincitore del World Superyacht Award per il Best Exterior Design - sarà presente anche al Monaco Yacht Show (Q10), in programma da oggi all’1 ottobre.

advertising

I visitatori del Monaco Yacht Show potranno ammirare inoltre “Unicorn”, il nuovo 54m con scafo dislocante, recentemente consegnato a un armatore europeo (Q3). Entrambi gli yacht nascono dalla consolidata collaborazione dei cantieri Baglietto con Francesco Paszkowski Design, che ha curato sia le linee esterne che gli interni dei due progetti, avvalendosi anche del contributo dell’architetto Margherita Casprini per l’interior design, mentre il progetto navale porta la firma dell’ufficio tecnico di Baglietto.

Prende il nome dalla celebre creatura mitologica UNICORN, l’ultima imbarcazione dislocante di 54m recentemente consegnata a un armatore europeo.

Unicorn ripropone gli stilemi riconoscibili della linea dislocante che hanno decretato il successo internazionale di Baglietto negli anni, e anticipa il restyling delle imbarcazioni dislocanti di 43m, 48m e 55m, attualmente in costruzione presso il cantiere, fino ai progetti di 58m e 62m.

Le linee esterne portano la firma di Francesco Paszkowski Design, che esalta gli stilemi classici della tradizione Baglietto dando ampio spazio all’innovazione, di cui è un chiaro esempio la finestratura della timoneria “rovesciata”, che amplia la visibilità dal ponte di comando, offrendo contemporaneamente ulteriore spazio al sun deck.

Il design degli interni è sempre di FPD in collaborazione con l’architetto Margherita Casprini, mentre il progetto navale è opera dell’ufficio tecnico Baglietto. Wim Koersvelt ha seguito il project management per conto dell’armatore.

Gli interni riflettono con forza la personalità dell’armatore che ha contribuito in grande misura alla definizione dello stile di Unicorn insieme al suo personale interior designer, Eric Kusteri, e alla decoratrice francese Sandrine Adeline. L’intera imbarcazione gioca sul contrasto tra i colori scuri dei rivestimenti verticali di pareti e tappezzerie in velluto e i colori chiari di tutti i rivestimenti orizzontali: dal bianco ottico dei cielini al color crema dei pavimenti in rovere sbiancato e della moquette. Il risultato è un ambiente di grande carattere, classico, ma al contempo contemporaneo, ricercato ed elegante.

I legni in rovere laccato lucido e il velluto grigio argento di tendaggi e divani sono rischiarati dalla luce naturale che proviene dalle grandi finestrature sul main deck, elemento connotante di tutta l’imbarcazione. Il main saloon si apre su una zona conversazione centrale con divani e coffee table, dove domina il grande tavolo in pietra per 12 ospiti. Alle sue spalle, una grande cantina per vini pregiati, incorniciata da rivestimenti a effetto pietra, occupa l’intera parete divisoria che separa il salone principale dall’ampio foyer, dove trova posto l’ascensore che serve i 3 ponti coperti. Pareti laccate a spazzola in maniera artigianale in argento e nero e pelli anticate caratterizzano il vano scale e l’ascensore in vetro.

Più a prua trova posto la cabina dell’armatore, che colpisce per i grandi volumi e un’area relax circolare con vista sul mare che domina la zona centrale. Il bagno, interamente realizzato in marmo nero marquinia, è dotato di vasca e doccia a pioggia con bagno turco.

Tre cabine VIP più una cabina ospiti a 2 letti abitano le zone nobili del lower deck che, come già la cabina armatoriale, ripropongono la scelta di materiali preziosi e raffinati ben sintetizzati da un grande diamante decorativo, che ritorna quasi come un simbolo in tutte le cabine. Pelli anticate a effetto vintage, specchi diamantati e legni lucidi si combinano perfettamente per creare un effetto “brillante”.

A prua in posizione centrale, la moderna timoneria integrata equipaggiata da Radio Zeeland per le lunghe navigazioni transoceaniche. Altamente tecnologica e personalizzata, la postazione di pilotaggio di Unicorn integra perfettamente tutte le strumentazioni di navigazione e di comunicazione di bordo in un unico pannello di vetro antiriflettente e user-friendly, di grande impatto visivo e molto funzionale. Alle spalle della sala comando trovano posto anche la radio room e la cabina del comandante.

Molto comoda anche la zona equipaggio a prua sul lower deck, abitata da 5 cabine doppie con bagno e crew mess, e sul lato sinistro del ponte principale, la cucina, equipaggiata per la grande ristorazione con isola centrale, da cui si gode di una vista panoramica sul mare.

Lo sky lounge sull’upper deck ripropone la stessa cifra stilistica dell’intera imbarcazione ed è occupato da una sala cinema costruita intorno al grande televisore posto sulla parete centrale.

Perfetta per ospitare pranzi e momenti conviviali, la zona esterna dispone sia di un’area conversazione sia di una bar arredata con un tavolo rotondo.

Il sun deck si estende per circa 130mq offrendo uno spazio ideale per godere delle giornate di sole in compagnia di famiglia e amici intorno alla grande piscina con idromassaggio. Zone prendisole, divani, un grande tavolo da pranzo per 12 ospiti, barbecue e bar rendono questo ponte luogo perfetto per feste e relax.

Due tender Castoldi di 7m e 6m sono alloggiati a prua per lasciare spazio a poppa a una grande palestra attrezzata Technogym e bagno turco cui si accede anche dal main saloon.

Unicorn è spinta da 2 motori Caterpillar 3512C che le assicurano una velocità di crociera di 12 nodi e una massima di 16 nodi ed è inoltre certificata dalla massima classe del Lloyds Register of Shipping.

Le ultime notizie di oggi