Home > Cantieri > Azimut Yachts > Azimut Yachts partecipa per la seconda volta al Monaco Yacht Show

Azimut Yachts partecipa per la seconda volta al Monaco Yacht Show

 Stampa articolo
Azimut Grande 32 Metri
Azimut Grande 32 Metri

Anche quest’anno Azimut Yachts ritorna al Salone di Monaco, il più lussuoso del Mediterraneo, confermandosi uno dei protagonisti del settore dei superyacht, con la presenza di 3 yacht della Collezione Grande: Azimut Grande 27 Metri, il Grande 32 Metri e, infine, il Grande 35 Metri, ammiraglia della Collezione.

advertising

Per il 32 Metri si tratta dell’esordio assoluto nel settore dei superyacht, dopo la presentazione avvenuta durante il salone di Cannes, dove si è aggiudicato il titolo di Best Interior Design, assegnato dal Word Yachts Trophy. Ulteriore dimostrazione della creatività progettuale di Azimut Yachts, il nuovo 32 Metri propone soluzioni inedite nella sua taglia dimensionale, che ne fanno un unicum in termini di utilizzo dei volumi e numeri di ambienti.  Il connubio tra Carbon Tech e l’esclusiva carena D2P® porta a un efficientamento dei consumi di oltre il 30% e un incremento dell’autonomia, tanto che, con velocità in dislocamento di 12 nodi, può raggiungere un’autonomia di 1.000 miglia nautiche. Le grintose linee esterne sono firmate da Stefano Righini e, grazie a elementi stilistici prepotentemente tesi e inclinati verso poppa, tendono a ingannare l’occhio senza anticipare i grandi volumi interni. Achille Salvagni ha invece firmato i raffinati interni dello yacht, caratterizzati dalla delicata armonia che riprende il family feeling della Linea: dalla sua filosofia progettuale sono nati spazi sofisticati che esprimono un’eleganza senza tempo. La sala macchine ospita una coppia di MTU da 2.200 mHP, appartenenti al modello 16V M86 grazie ai quali la velocità massima sarà di 26,5 nodi, mentre quella di crociera è stata calcolata intorno ai 21 nodi.
 
L’Azimut Grande 27 Metri presenta il concept unico in questa categoria di un wide body che ospita sul main deck la cabina armatoriale e offre la possibilità di avere cinque cabine, caso pressoché unico su imbarcazioni di queste dimensioni. Si caratterizza per l’impiego esteso della fibra di carbonio e per gli ampi volumi. Gli arredi interni ed esterni sono firmati da Achille Salvagni e caratterizzati da linee fluide e armoniose. La carena è a spigolo planante (Hard Chine) di tipo “Deep V”, testata in vasca al Brodarsky Institute di Zagabria e lo scafo è progettato secondo i più alti standard costruttivi di mercato. I motori sono due MAN V12 da 1.900 HP ciascuno e l’imbarcazione presenta soluzioni tecniche di ultima generazione individuate dall’Innovation Lab di Azimut nell’ambito del programma ECS - Enhanced Cruising Solutions. 
 
L’Azimut Grande 35 Metri, grazie all’abile mano di Stefano Righini che ne ha disegnato le linee esterne e realizzato il concept,  è un capolavoro di stile e di spazio.  Il profilo dell’imbarcazione è quello di una Wide Body RPH (raised pilot house) con un design esterno estremamente filante e caratterizzato dalle finestrature a tutta altezza di dimensioni eccezionali, sia a prua che nel salone.  Unica nel suo genere l’opzione di aggiungere un ulteriore sundeck di quasi 30 m2. La carena D2P_Displacement to Planning® unisce le caratteristiche di comfort tipiche di un dislocante alle prestazioni di una imbarcazione planante, ed è accoppiata al bulbo prodiero wave piercer, consentendo un incremento di efficienza in navigazione: è stata ottimizzata per tutto il range di velocità più spesso utilizzate.  I motori sono due MTU 16V2000 M93 di 2.400 cavalli ciascuno.

Commentando la presenza del cantiere al salone monegasco Marco Valle, CEO di Azimut Yachts, ha dichiarato: “La Collezione Grande in questo momento è composta da cinque modelli e a breve sarà completata con nuovi esemplari di dimensioni ancora maggiori, dati gli incredibili feedback che abbiamo ricevuto in merito alla Collezione. La nostra presenza al salone di Monaco è una diretta conseguenza di questo approccio strategico”.

Le ultime notizie di oggi