Home > Cantieri > Absolute Yachts > Absolute Yachts: Absolute 58 Fly – il test di PressMare

Tag in evidenza:

Absolute Yachts: Absolute 58 Fly – il test di PressMare

 Stampa articolo

Absolute 58 Fly
Absolute 58 Fly

advertising

Per la prova in mare dell’Absolute Yachts 58 Fly svolta fuori il marina di Portopiccolo, a Sistiana (Trieste), come detto abbiamo avuto la disponibilità della barca per l'intera giornata, con l'opportunità di testarla nelle diverse ore del giorno e dunque con differenti condizioni meteo.

In mattinata onda formata e vento sui 15-17 nodi, poi, nel pomeriggio, mare più calmo. Con queste condizioni abbiamo provato in mare l'Absolute 58 Fly nelle golfo di Sistiana (Trieste). Una barca che si è rivelata molto maneggevole e rapida. Mai estrema o complicata da gestire. 

Absolute 58 Fly
Absolute 58 Fly

Appena mollati gli ormeggi e fino a che abbiamo mantenuto una navigazione in regime dislocante (fino ai 1800 giri e una velocità di 12 nodi e 77 l/h di consumo carburante) mare e vento sono stati tranquilli, il peggioramento delle condizioni meteo è iniziato proprio quando abbiamo iniziato a spingere di più e cercare  la planata, che con onda in prua abbiamo raggiunto a 2000 giri (minimo di planata) e 13 nodi di velocità (107 l/h di consumo). La barca ha affrontato con tranquillità il mare formato, grazie anche alla sua prua che fende bene l'onda.

Una buona velocità di crociera economica – ossia con consumi controllati rispetto alla velocità e un buon compromesso con la planata –  l'abbiamo raggiunta intorno ai 2400 giri e 20 nodi di velocità. Qui la barca si stende in una planata dolce e con consumi di 141 l/h che si traducono in 7,1 litri al miglio.

Absolute 58 Fly
Absolute 58 Fly

Con le manette abbassate al massimo, sono 30 i nodi che abbiamo toccato con le onde che si facevano sentire. Certo non sono queste punte di velocità quelle che interessano all'Absolute 58 Fly, imbarcazione che ha come obiettivo la stabilità e il comfort di navigazione. 

Se in mattinata il mare formato ci aveva "sconsigliato" di fare manovre troppo brusche, nel pomeriggio quando siamo usciti con mare più calmo, la barca si è dimostrata ancora più docile e maneggevole e le virate con raggi più stretti. 

Absolute 58 Fly
Absolute 58 Fly

Quanto al "comfort di comando" nulla da dire, il pilota ha davanti a sé una consolle ampia e ben leggibile, le finestrature grandi garantiscono una visuale a 360°, in manovra si rivela sempre utile la porta laterale (presente su tutti gli Absolute) che si affaccia sul passavanti, così come la posizione con joystick in pozzetto (una terza posizione di comando è sul fly). Enorme e ben accessibile il quadro di comando elettrico protetto da un cristallo.

Dal punto di vista degli ospiti la vita a bordo è un piacere, la barca è silenziosa, naviga senza vibrazioni e scricchiolii o con un minimo sbandamento. Nel salotto i divani sono comodi e ben strutturati. La scelta dei motori IPS permette di guadagnare spazio rispetto a una più tradizionale linea d'asse e si vede, gli ambienti sono generosi e ben sfruttati, in particolare la cabina armatoriale a poppa.

Absolute 58 Fly
Absolute 58 Fly

Attenta la ricerca di una corretta illuminazione anche nei locali più difficili, per il bagno della cabina Vip hanno optato per un soffitto traslucido che prende luce dal parabrezza, mentre in quello armatoriale lo specchio scende elettricamente per lasciare spazio a un'ampia finestratura. Per la climatizzazione è stato montato un sistema molto silenzioso e con gli split "nascosti" negli arredi per una maggiore eleganza stilistica. 

Il layout a tre cabine e tre bagni è equilibrato; sul ponte principale, la cucina è spaziosa e con una buona superficie di lavoro, la sua posizione è strategica: subito all'ingresso, è ben collegata sia con il pozzetto (protetto dal lunghissimo fly) sia con la zona pranzo interna (un vetro scorrevole elettricamente, inoltre, la separa dalla zona conversazione). 

Dettagli:
1 Il fly ha dimensioni assolutamente di rilievo e tipiche di imbarcazioni di maggiori dimensioni

2 La terrazza a poppa del fly è lasciata libera per essere arredata con elementi freestanding

3 Davanti alla consolle sul fly un pratico vano (nella foto contiene il telo di protezione della consolle)

4 La cucina esterna sul fly con grill, frigo e lavello

5 Un vetro scorrevole elettricamente separa la cucina a la zona conversazione

6 Davvero grande e ben accessibile in quadro elettrico

7 Al posto di vani e gavoni con accesso a pozzo, ci sono molti cassetti, più comodi ma anche meno economici da realizzare

8 Le zone all'aperto sono uno dei punti di forza del 58 Fly. A prua un salotto con prendisole e alle sue spalle un divano 

9 Il soffitto del bagno Vip è traslucido per una maggiore illuminazione

10 L'armadio che nasconde la lavatrice è organizzato con ceste per lo sporco e vani per i saponi

11 Per sfruttare al meglio gli spazi, la parte basse delle panche del pozzetto è sagomata con la forma dei parabordi che qui vengono "incastrati" in navigazione

Le ultime notizie di oggi