Home > Cantieri > Absolute Yachts > Absolute Yachts Navetta 58 – il test di PressMare

Absolute Yachts Navetta 58 – il test di PressMare

 Stampa articolo

Absolute Yachts Navetta 58, il test: navigare e vivere a bordo

Navetta 58 in navigazione
Navetta 58 in navigazione

advertising

Per la prova in mare dell’Absolute Yachts Navetta 58 siamo andati nel nuovo marina di Portopiccolo, a Sistiana (Trieste), durante l’Absolute Weekend che il cantiere piacentino ha organizzato per il lancio del nuovo Absolute Yachts 58 Fly. In banchina Navetta 58 spiccava la sovrastruttura con finestrature immense (sono senza supporto centrale per cui più ampie), la grande plancia a poppa e l'ancora più grande fly con tanto di hard top apribile.

Absolute Yachts Navetta 58 - il test di PressMare
Absolute Yachts Navetta 58 - il test di PressMare

Tutte queste sovrastrutture riescono a diluirsi bene nei 17 metri di lunghezza di questo Absolute Yachts. Usciamo dal porto e troviamo condizioni meteo tranquille con vento leggero e una moderata onda residua dello scirocco che ha soffiato in mattinata.

La consolle di comando interna, in pelle con inserti in stile carbonio, è imponente, con tutto lo spazio necessario per la strumentazione (stranamente l'armatore ha voluto un solo plotter ma ci sarebbe lo spazio per il secondo... e forse anche per un terzo), la seduta è doppia e comoda. La navetta in regime dislocante viaggia tranquilla e con consumi contenuti, intorno ai 10 nodi (velocità a cui di solito navigano le navette "tradizionali") il consumo è di 54 litri/ora. Discorso diverso a 2200, qui siamo alla minima di planata, quando la scia inizia a staccare, la velocità sale a quasi 16 nodi e i consumi a 116.

Absolute Yachts Navetta 58 - il test di PressMare
Absolute Yachts Navetta 58 - il test di PressMare

Una velocità di crociera "allegra" la raggiungiamo a 2500 giri (18 nodi di velocità e 159 di consumi), la barca è leggera e si allunga bene sull'acqua, mentre una velocità di crociera "economica" potrebbe essere a 2300 giri con la barca comunque in planata e con solo due nodi in meno di velocità si risparmiano circa 40 litri/ora.

Absolute Yachts Navetta 58 - il test di PressMare
Absolute Yachts Navetta 58 - il test di PressMare

Le evoluzioni sono moderatamente strette e con un'inclinazione minima - gli IPS rendono la Navetta 58 di Absolute Yachts più maneggevole rispetto a un motoryacht con la tradizionale linea d'asse - la prua verticale rende dolce l'ingresso nell'onda, evita di battere e quindi riesce a mantenere la velocita costante (oltre che una navigazione più comoda). Insomma, Navetta 58 una barca che si è rivelata "all round": ossia con un'ampia gamma di velocità - tra dislocanti e plananti - tra cui scegliere e navigare con soddisfazione.

Per ciò che concerne il posto di pilotaggio della Navetta 58 di Absolute Yachts, le grandi finestre portano con sé una buona visibilità, l'unico angolo "cieco" è verso dritta dove il frigorifero, che è subito alle spalle del pilota, impedisce di avere un giro di orizzonte a 360°. Non manca, come su tutti gli Absolute, il portello laterale a fianco della timoneria. Il lavoro fatto sull'insonorizzazione è molto buono, il silenzio è notevole anche nella cabina armatoriale a poppa.

Absolute Yachts Navetta 58 - il test di PressMare
Absolute Yachts Navetta 58 - il test di PressMare

Centrale e conviviale la posizione di comando sul fly, circondata da divani regolabili che si trasformano in comode chaise longue. Un fly che, va sottolineato, più grande di così non potevano farlo: copre tutto il pozzetto e termina a poppa con una vera e propria terrazza sul mare, da arredare con elementi free standing. C'è una terza postazione di comando in pozzetto, comoda per le manovre.

Absolute Yacht Navetta 58 Navetta 58, il layout del ponte inferiore
Navetta 58, il layout del ponte inferiore

Il layout degli interni della Navetta 58 di Absolute Yachts è a tre cabine e un bagno. Come ci ha abituato Absolute sui suoi yacht, sono tutti ambienti molto vivibili (la vivibilità è essenziale nella filosofia del cantiere: la barca va vissuta, la forma è a servizio della funzione), dalle altezze sempre oltre i due metri, con voluminosi armadi e cabine armadio a tutta altezza.

Absolute Yachts Navetta 58 - il test di PressMare
Absolute Yachts Navetta 58 - il test di PressMare

Molti cassetti in luogo dei gavoni, meno comodi da utilizzare: ogni centimetro è pensato per non essere sprecato. Il legno usato è il noce canaletto rigatino con finitura opaca che si affianca a pelle, marmi e cuoio. A bordo Navetta 58 sono state utilizzate anche due porte scorrevoli per gli accessi ai bagni: non sono un dettaglio banale, di solito non vengono usate perché molto sensibili alle vibrazioni; Absolute Yachts non ha avuto paura, a bordo le vibrazioni sono minime, le ha ben testate e collaudate e ora le sta usando moltissimo (sul nuovo 58 Fly, del quale vi proporremo la prova a breve, sono ben cinque).

Absolute Yachts Navetta 58 - il test di PressMare
Absolute Yachts Navetta 58 - il test di PressMare

Paola Bertelli

Le ultime notizie di oggi