Home > Il blog di Michele Ansaloni > La barca a vela per traversare l'Atlantico: quanta ce ne serve?

Tag in evidenza:

La barca a vela per traversare l'Atlantico: quanta ce ne serve?

 Stampa articolo
Navigazione oceanica, foto di Michael Held
Navigazione oceanica, foto di Michael Held

Analizzando la traversata atlantica sull’Aliseo ho realizzato che, se bene organizzata, per il diportista medio può essere una navigazione di piacere che non ricalca le mollezze agostane, ma non è certo Capo Horn.

advertising

Ho raccontato per sommi capi la vita di bordo, la routine dei quarti e la comandata in cucina, ricordando che poi si mangia quello che si è acquistato in partenza. Bisogna dire che tra partenza e arrivo i gusti alimentari cambiano. Ad esempio le gallette secche, snobbate dall’equipaggio per i gustosi biscotti al cioccolato, guarnite con il burro e la marmellata e finiti i biscotti, sono state molto gradite. Ma tralasciamo gli aspetti banali della navigazione per considerare la barca in sé.

Quanta barca ci serve? Scopriremo assieme che ce ne serve abbastanza. Volendo valutare l’adeguatezza alla crociera d’alto mare (CE classe A) di una barca disponibile sul mercato a partire da depliant, riviste o siti web, è necessario sapere che, tra i dati pubblicati, il peso fa riferimento a condizioni di carico molto leggero. La differenza tra la condizione leggera e il massimo carico è il 20%. Cioè la barca, il cui peso nominale è di 8500 kg potrà caricare, rimanendo sufficientemente stabile e reattiva, e infliggendo al rigging uno stress sopportabile, 1700 kg.

Carico massimo
Carico massimo

Di questi la metà (1700/2=850) circa sono materiali d’armamento: la seconda ancora, il tender col fuoribordo, alcune vele, i ricambi per il frigorifero e l’autopilota, attrezzi, ricambi motore, scaletta bagno, passerella , cagnaro, bimini, spray hood, pannelli solari, generatore eolico, qualche cima, i parabordi, cui si sommano le scorte di gas, di gasolio e di olio motore.

Gli altri 850 kg sono equipaggio. Problema: quante persone di equipaggio, dotate ognuna di viveri, bevande e dotazioni personali, “pesano” 850 kg? Calcoliamo quattro persone di 75 kg. Ognuno porterà con sè per la traversata 36 kg di effetti personali (l’armatore un poco di più gli ospiti un poco di meno ) 75+36=111 x 4= 444 kg. I viveri solidi giornalieri ammontano a 3kg (compreso l’imballaggio). Inoltre l’equipaggio utilizzerà 4 litri di liquidi metà per bere e metà per lavarsi e per gli usi di cucina. Se la crociera avrà una durata di 15 giorni , è prudente tradizione ragionare come se i giorni fossero 24, perché non si sa mai.

IMOCA Hugo Boss
Carico minimo

Il calcolo è presto fatto: 3+4= 7 x 4 = 28 x 24 = 672 kg di derrate e bevande.

Per trovare il dislocamento della barca da crociera per quattro adulti, è logico prendere in considerazione una condizione di carico di metà viaggio quando i 672 kg di derrate si saranno ridotti del 40% cioè a 403 kg. Totale 403+444= 847kg.

In conclusione per un equipaggio di 4 adulti (300kg) con in mente una lunga e comoda traversata un dodici metri robusto può essere accettabile.(847/10*100= 8470 kg di dislocamento sul depliant)

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare