Home > Associazioni > UCINA > TAR Liguria: annullate le concessioni della nuova darsena di Genova

TAR Liguria: annullate le concessioni della nuova darsena di Genova

 Stampa articolo
Salone di Genova
La Darsena del Salone di Genova

Il TAR della Liguria accoglie nel merito il ricorso presentato da UCINA Confindustria Nautica e annulla la delibera dell’Autorità di Sistema Portuale Del Mar Ligure Occidentale (ADSP) che aveva frazionato le concessioni della Nuova Darsena di Genova

advertising

Nella delibera della ADSP violati i principi di parità di trattamento, imparzialità e trasparenza. UCINA esprime soddisfazione per la sentenza che rafforza la vocazione turistico ricreativa di Genova del Salone Nautico

Il TAR della Liguria ha accolto nel merito il ricorso annullando per illegittimità la deliberazione di ADSP del 31 luglio 2018.

Il Tribunale ha rilevato la violazione dei principi di parità di trattamento, imparzialità e trasparenza, ai quali il Tribunale ha riconosciuto che debbano uniformarsi le procedure competitive per l’assegnazione delle concessioni demaniali. Conseguentemente, il giudice amministrativo ha ritenuto illegittimo il “provvedimento impugnato con il primo motivo del ricorso, siccome non preceduto da una procedura comparativa caratterizzata da condizioni di effettiva parità di trattamento degli operatori economici”.

Inoltre, il TAR della Liguria ha accolto “il secondo motivo di ricorso relativamente all’omessa pubblicazione dell’offerta di Amico, adempimento obbligatorio in forza del disposto di cui all’art. 18 del regolamento per l’esecuzione del codice della navigazione”.

"Apprendiamo con soddisfazione l’esito favorevole della sentenza del Tribunale Amministrativo  che ha accolto il ricorso che era stato promosso da UCINA per la tutela del Salone Nautico - commenta il Presidente dell'Associazione, Carla Demaria - Il TAR si è preso il tempo necessario per approfondire le motivazioni del nostro ricorso sul cui esito siamo sempre stati fiduciosi. Oggi, a un mese dalla scadenza del mio mandato, sono  particolarmente orgogliosa del lavoro svolto nella direzione di rafforzare la vocazione turistico-ricreativa del diporto nautico per la Città e del Salone Nautico quale motore di sviluppo e promozione del settore e del territorio. Siamo come sempre aperti al confronto con le Istituzioni nell’interesse superiore della collettività".

A chiusura della prima fase di iscrizioni lo scorso 30 aprile, i numeri del 59° Salone Nautico parlano di oltre il 92% dei 951 espositori 2018 che hanno già definito la partecipazione. A pari data rispetto al 2018, le prenotazioni crescono del 26% e aumentano le richieste dall’estero, in particolare UK, Germania e Polonia.

Le ultime notizie di oggi