Home > Associazioni > Classe Dolphin > Ultime virate per il Cimento Invernale con la pattuglia dei Dolphin

Tag in evidenza:

Ultime virate per il Cimento Invernale con la pattuglia dei Dolphin

 Stampa articolo
Ultime virate per il Cimento Invernale con la pattuglia dei Dolphin
Ultime virate per il Cimento Invernale con la pattuglia dei Dolphin

Il Cimento Invernale è da 29 anni la gara dei marinai veri. Quelli che sanno navigare in qualsiasi condizione di tempo e di vento. Ed il lago d'inverno non è solo una foto in bianco e nero. E' un qualcosa di avventuroso e appassionante.

advertising

Sul Garda la tradizione vuole che si veleggi sempre, tutti i 12 mesi del l'anno.  In questi primi giorni del 2020 dopo il Cimento e il Gel Laser (per le derive) , Il Campionato di riva veneta di Bardolino-Garda, arriverà la Autunno-Inverno nel golfo di Salò che si correrà nel mese di febbraio. Poi da marzo si parte con le quasi 300 regate che il lago ospiterà, compresi Campionai Mondiali, Europei, Italiani.

Tra questi sempre a Desenzano ci sarà una partecipata edizione del Tricolore della classe Dolphin, la barca che sta animando proprio questo Cimento. L'organizzazione del Campionato sarà sempre curata dalla Fraglia Vela di Desenzano, dalla classe Nazionale, il tutto sotto l'egida della Federazione Italiana Vela. Il Cimento vanta, per ora, solo due prove valide, corse su tutto il periplo del basso lago, quello che una volta era l'anello aereo del Circuito dell'alta Velocità. Storia di un tempo, storie di oggi che si mescolano arrivando anche alla cronaca.

I Dolphin (8 metri firmato da Ettore Santarelli), vedono in testa (dopo due giornate) “Twister-Sterilgarda” dell'armatore Flavio Bocchio, timoniere il rampante Mattia Polettini (Fraglia Vela Desenzano). Secondo è "Chinock" di Alfredo Quartini (Cv Gargnano). Terzo è "Flipper" di Claudio Sonda e del timoniere Umbertino Grumelli (Fraglia Desenzano). Quarto, ad inseguire, è il grande favorito “Baraimbo-Terra Serena” di Imperadori-Razzi e Giò Pizzatti (scivolato nelle retrovie dopo la seconda regata), quinto “Insolente” di Giovanni Perani, che precede di una posizione il “N’do it” del bergamasco Francesco Crippa, i due che si contendono la Coppa dei gentleman-armatori.

Tra i Meteor guida Antonio Bragadina (Dielleffe), che piazza il suo "Hi Guys” davanti al trentino Andrea Ravanelli (Av Trentina), Jacodi dello Yacht Club di Jesolo, la dama della Canottieri Garda Stefania Mazzoni, che, complice lo stop forzato della terza giornata, è stata premiata per la sua vittoria nel prestigioso Circuito Zonale dei due Laghi (Garda e Caldonazzo).

Le ultime notizie di oggi