Home > Associazioni > Atena > Giornata di studio sulla tecnica navale della Regia Marina durante la Prima Guerra Mondiale

Giornata di studio sulla tecnica navale della Regia Marina durante la Prima Guerra Mondiale

 Stampa articolo

Mercoledì 11 Novembre 2015, ore 15,

Circolo Ufficiali Marina Militare, La Spezia

Il prossimo Mercoledì 11 Novembre alla Spezia, alle ore 15, presso il Circolo Ufficiali "Vittorio Veneto" della Marina Militare, nell'ambito delle manifestazioni per celebrare i 100 Anni dal Primo Conflitto Mondiale, la Sezione della Spezia di ATENA, Associazione Italiana di Tecnica Navale, e il Circolo Ufficiali organizzano una “Giornata di studio sulla tecnica navale della Regia Marina durante la Prima Guerra Mondiale”. 

La conferenza vedrà la presenza, quale "key speaker", del Prof. Marco Gemignani, illustre storico, scrittore e docente di Storia Navale presso l'Accademia Navale di Livorno. Il Professore esporrà lo scenario strategico in cui si trovò ad operare la Regia Marina, che dettò le scelte nell'impiego dei mezzi disponibili, il loro tempestivo adattamento a svolgere nuovi compiti e la nascita di mezzi innovativi. Fra questi ultimi i mezzi d'assalto che occuperanno l'intervento finale del Prof. Gemignani.

A lui si affiancano esponenti della Marina Militare e dell'Industria, di lunga esperienza, elevate responsabilità e molteplici conoscenze nel campo della Tecnica Navale: il C.A. Claudio Boccalatte, il C.A. Massimo Vianello, il Dr. Andrea Iunca, l'Ing. Marco Prandoni. Frutto dei loro studi ed esperienze operative saranno le loro riflessioni su diversi aspetti del pensiero e dell'opera della Regia Marina in preparazione e durante il Conflitto. Dell'originale sviluppo dell'architettura e costruzione navale, ad opera di illustri progettisti quali il Cuniberti, il Rota ed altri parlerà il C.A. Claudio Boccalatte, Direttore del C.I.S.A.M., esperto di progettazione navale e studioso della storia della tecnica navale. Nella Prima Guerra Mondiale per la prima volta la guerra di mine venne estesamente impiegata, imponendo la creazione delle forze di dragaggio e la realizzazione dei mezzi speciali necessari. Di questo parlerà il C.A. Massimo Vianello, attuale Comandante delle Forze di Dragaggio. La possibilità di far operare con successo una grande organizzazione, quale era diventata la Regia Marina all'entrata in guerra nel 1915, presuppone la definizione di un chiaro disegno organizzativo e la formazione degli uomini che le daranno vita: il fattore umano, elemento indispensabile di ogni successo. L'argomento sarà affrontato dal Dr. Andrea Iunca, anche alla luce della personale esperienza nella conduzione di programmi navali complessi nell'Industria nazionale. Il mezzo che più di altri rappresenta il tumultuoso evolversi dell'architettura e costruzione navale, degli armamenti e delle teorie di impiego, fra la fine dell''800 e la I^ Guerra Mondiale, è la Torpediniera. La sua radicale trasformazione dalle prime realizzazioni negli anni '70 dell''800 alle unità che combatterono nel Conflitto sarà brevemente illustrata dall'Ing. Marco Prandoni, esperto di progettazione e costruzione navale.

Molte tipologie di mezzi navali, "nate" solo da pochi anni videro un immediato intenso utilizzo durante la I^ G.M.. Le modalità del loro impiego operativo si consolidarono, le caratteristiche  e soluzioni tecniche furono sviluppate e affinate, portando i mezzi alla configurazione che li caratterizzò per buona parte del '900.

Seguirà dibattito.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Per ragioni organizzative, è richiesta cortese conferma da inviare via e-mail entro Lunedì 09 Novembre all'indirizzo della Segreteria ATENA della Spezia: laspezia@atenanazionale.it                                     .

 

 La Spezia, 4 Novembre 2015