Home > Accessori > Guidi srl > Guidi rinnova l’appuntamento annuale con il METSTRADE 2017

Tag in evidenza:

Guidi rinnova l’appuntamento annuale con il METSTRADE 2017

 Stampa articolo
Bruno e Daniele Guidi
Bruno e Daniele Guidi

Si rinnova l’appuntamento annuale con il METS - Marine Equipment Trade Show (Amsterdam, RAI, 14-16 novembre 2017) e la partecipazione della Guidi Srl di Grignasco (No) è come di consueto ricca di contenuti.

Nella manifestazione principe a livello mondiale per l’accessoristica nautica, riservata ai soli operatori professionali, Guidi conferma la posizione del proprio stand (Europa Hall, 01.761), dove presenterà la propria produzione completa di accessori in bronzo, ottone, cromati, nichelati e alluminio, valvole antiblocco, prese a mare, scarichi, filtri di depurazione acqua e raccorderia.

La kermesse olandese arriva in un momento molto particolare per Guidi, che l’anno prossimo celebrerà i suoi 50 anni di attività (1968-2018), un traguardo importante. L’azienda fondata da Bruno Guidi negli anni ha saputo prima ritagliarsi e poi via via allargare, e conservare, quote di mercato significative, ed è oggi leader internazionale per i prodotti di riferimento.

Lo stand al METS, un’area di 60 mq progettata come di consueto dallo Studio Anna Fileppo, si caratterizza per un’esposizione che punta forte su due grandi temi, da sempre al centro del modo Guidi di fare impresa: il prodotto e l’arte.

Accanto a una selezione dei principali prodotti a catalogo, tutti rigorosamente Made in Italy, e dei tredici brevetti, sarà infatti esposta una piccola anteprima del libro fotografico che verrà pubblicato per il cinquantesimo compleanno. Si tratta di diciassette stampe in formato 50x70 con i suggestivi scatti della fotografa americana Jill Mathis, uno degli artisti che da tempo collaborano con l’azienda, realizzati in alcuni fra i più prestigiosi cantieri italiani di cui Guidi è fornitore.

A proposito di Guidi4art, e cioè la serie di progetti legati all’arte che l’azienda promuove in varie forme, ricordiamo la mostra Venice Design, collegata alla Biennale e in corso fino al 26 novembre: nella meravigliosa cornice di Palazzo Michiel sono esposte opere in silicone di Alessandro Ciffo, designer che Guidi supporta da tempo.

Quello che si sta per chiudere sarà un anno positivo sul fronte dell’andamento degli ordini per Guidi, che registrano una crescita del 15% sul 2016 e restano ripartiti in buon equilibrio fra Italia ed estero.

La spinta verso l’innovazione, un driver della filosofia di Guidi, tuttavia non si ferma. Si sta infatti rafforzando la collaborazione con Tecnoseal Srl, l’azienda grossetana con la quale è già stato sviluppato un kit anti-fouling: altri progetti a quattro mani sono allo studio. Continuano inoltre gli investimenti in macchinari, destinati a migliorare e velocizzare la produzione, e nuovo personale, con la volontà di potenziare la parte di Ricerca & sviluppo, fondamentale per l’ulteriore crescita futura.

Proprio la capacità di “fare rete”, evidenziata quest’anno anche nella realizzazione di uno spazio condiviso al Versilia Yachting Rendez Vous di Viareggio insieme alla stessa Tecnoseal, a Veco Spa e Mase Generators, altre aziende italiane di eccellenza della componentistica, è un’altra delle caratteristiche del marchio. Guidi è sempre alla ricerca di nuovi partner con cui collaborare in vari ambiti, da quello industriale a quello artistico.

La volontà di mettere a fattor comune conoscenze ed esperienze si traduce poi anche in ambito associativo con il forte impegno all’interno di Nautica Italiana. Qui gli sforzi di Guidi si sono indirizzati soprattutto nell’individuazione di una piattaforma di temi relativi alla sostenibilità condivisa poi da tutti gli altri soci, per supportare la formazione di consorzi fra aziende che possano accedere a finanziamenti, europei o nazionali.

L’associazione vuole promuovere il dialogo con istituzioni, imprese e istituti di credito per la creazione di incentivi economici, sgravi e agevolazioni fiscali per le aziende del comparto che vogliano investire in sostenibilità, come ad esempio la certificazione di fornitori e subfornitori della filiera, il passaggio a pratiche e materiali sostenibili, il trasferimento tecnologico e la formazione delle maestranze sui temi della sostenibilità, l’istituzione di un fondo a supporto della scrittura di progetti per accedere a bandi EU.

Nelle parole del fondatore Bruno Guidi: “Mi fa molto piacere essere così vicino a un traguardo come quello dei cinquant’anni, quando incominciai l’attività non credevo di raggiungerlo. Il fatto che oggi i miei figli Daniele ed Alessandro lavorino con me in azienda e in posizioni di responsabilità credo che sia una garanzia di continuità per tutti, e mi riferisco a dipendenti, clienti, fornitori e partner. Guardiamo quindi ai prossimi cinquant’anni della Guidi con ottimismo, sapendo tuttavia che non possiamo permetterci di fermarci”.