Home > Accessori > Forvola > Il primo Megadrone italiano customizzabile in esposizione al Seatec 2018

Tag in evidenza:

Il primo Megadrone italiano customizzabile in esposizione al Seatec 2018

 Stampa articolo
Il Megadrone Forvola in esposizione al Seatec 2018
Il Megadrone Forvola in esposizione al Seatec 2018

Govone, marzo 2018. Il 2018 si preannuncia ricco di eventi ed opportunità per il team di Forvola® il primo megadrone personalizzabile in grado di trasportare pesi fino a 200 kg.
Un’operazione impegnativa nata dall’idea e dall’impegno di Gregory Alessio e Pierre Ponchione, professionisti ed appassionati. «L’obiettivo, oggi brillantemente raggiunto, è stato quello di rendere trasportabile una macchina multirotore capace di alzare pesi importanti - dichiara Pierre Ponchione, ideatore del progetto - e quindi poter essere impiegata in situazioni particolari in ambito sia civile sia militare.»

Sull’onda dell’interesse riscontrato il progetto e dopo la recente partecipazione al MECSPE, Forvola sarà esposto al Technology Hub ed al Seatec edizioni 2018 nell’attesa di partecipare al Guinnes World Record, durante un evento in cui sfiderà il record di sollevamento da parte di un multirotore (record da battere: 61 kg in 30”).

Forvola® è un gigante per dimensioni e prestazioni, in grado di trasportare pesi dai 50 kg ai 200 kg, facile da montare e pilotare, test in corso lo vedono impegnato in situazioni delicate di salvataggio e come mezzo da lavoro nei cantieri, in zone in cui l’utilizzo di mezzi comuni ad oggi conosciuti sarebbe impensabile. Per quanto riguarda le dimensioni di questo megadrone personalizzabile, il peso oscilla tra i 100 e i 250 Kg, con dimensioni minime dei bracci di circa 2metri. In base al sistema di alimentazione scelto è in grado di portare in volo pesi dai 50 Kg sino ai 150 Kg circa, dato che dipende dalle configurazioni scelte.

Addentrandoci nelle specifiche tecniche scopriamo che Forvola® è fondamentalmente costruito con tubi in carbonio, studiati per essere leggeri ma robusti quanto basta per
sopportare sollecitazioni e gestire carichi importanti per un multirotore di queste dimensioni.

I tubi in carbonio di circa 10 CM di diametro sono fissati tra di loro attraverso clump in alluminio o magnesio appositamente costruiti, così come il carrello di atterraggio. Questo mezzo può essere personalizzato con verricelli, agganci e prendere le forme più adatte alle differenti esigenze.

Le ultime notizie di oggi