F.lli Razeto & Casareto: Luxury Handles al Super Yacht Pavillon del METS

F.lli Razeto & Casareto: Luxury Handles al Super Yacht Pavillon del METS

Close

Arte e Tecnologia a portata di mano, è questo il leit motiv che sottolinea la presenza della F.lli Razeto & Casareto con il proprio stand all’interno del Super Yacht Pavilion, il padiglione del METS riservato alla componentistica per le navi da diporto, emblema di esclusività. Numerose le maniglie esposte per l’occasione, a partire da quelle della serie FreeGo, ispirate al biomimetismo in natura, che possiamo definire capostipite delle varie linee di prodotto che Giangi Razeto, anima creativa dell’azienda sorese, ha specificamente ideato per impreziosire gli ambienti degli yacht più lussuosi.

Maniglie artistiche, declinate anche nelle versioni luminose – il sistema di illuminazione è frutto di un brevetto esclusivo, unico al mondo, basato su tecnologia senza fili che incorpora speciali funzioni di sicurezza e management del personale di bordo - realizzate in diversi modelli utilizzando materiali e lavorazioni preziose, che hanno segnato un nuovo modo di interpretare il concetto di luxury handle.

L’aspetto tecnologicamente più rilevante che le maniglie luminose FreeGo portano in dote è dato dalla possibilità di una loro totale integrazione con i sistemi di domotica presenti a bordo dei mega yacht, ma anche dei sistemi legati alla sicurezza della nave, oltre al fatto che si tratta di maniglie specificamente progettate e ideate per essere utilizzate in mare e dunque con standard di efficienza garantiti per tale applicazione.

100K
100K

Accanto alle classiche FreeGo, sono esposte le maniglie della serie Tributes – veri e propri omaggi al lusso – compresa quella che ormai tutti definiscono come la 100K, la maniglia più preziosa al mondo, completamente rivestita di diamanti, il cui costo può arrivare a 100.000 euro nella versione più ricca.

Con la collezione Tribute to Sicily, lanciata l’anno scorso al METS, per le luxury handle della F.lli Razeto & Casareto è stato intrapreso un nuovo percorso creativo basato sempre sul concept ideato da Giangi Razeto, stavolta però aperto a contaminazioni artistiche e formali da parte di maestri di fama internazionale, che usano materiali e lavorazioni d’eccezione per la realizzazione di maniglie uniche nel loro genere. Un Remix di culture e influenze, di materiali e forme, che sta dando alle linee di prodotto luxury della F.lli Razeto & Casareto lo spessore di vere e proprie collezioni dell’haute couture destinate a un pubblico che ricerca oggetti unici, praticamente delle opere d’arte.

FreeGo Finger Print
FreeGo Finger Print

Le FreeGo Finger Print di Karel Ruzicka - artista a 360°, liutaio, musicista e designer– fanno parte di questi Remix dove il concept della maniglia FreeGo viene rivisitato. Il maestro Ruzicka ne ha creata un’interpretazione in chiave lineare-minimale dettata dal concetto di leggerezza, scegliendo di utilizzare l’ebano africano di prima classe - legno nero, leggerissimo e dalla grana molto fine che lo rende pregiato - lo stesso che usa per restaurare gli strumenti musicali a corda vintage più raffinati. Fingerprints è anche il titolo del suo ultimo cd.

La FreeGo Damasco è invece un Remix di Luca Pizzi – di Forgia Pizzi - artista italiano che per la sua maniglia ha invece utilizzato l’acciaio, conferendogli la stessa robustezza e precisione delle spade. Pizzi ha realizzato una maniglia scultura in acciaio inossidabile, forgiata in assenza di ossigeno con la tecnica del damasco, frutto di continue e spesso ardite sperimentazioni che hanno portato alla creazione di una luxury handle assolutamente unica nel suo genere.

Swim Frozen Crystal Green
Swim Frozen Crystal Green

Allo stand Razeto & Casareto nel SYP è poi esposta la Swim, una maniglia realizzata in esclusiva per Majesty Yachts. In questo caso si tratta di una FreeGo scolpita in una forma fluida, ispirata a una sirena che nuota, premiata durante il 2018 con lo Yacht and Aviation Award e attualmente in nomination al German Design Award 2019.

La Tuffatrice in banco d’acciughe
La Tuffatrice in banco d’acciughe

Accanto alla Swim c'è anche la maniglia scultura “La Tuffatrice in banco d’acciughe” ideata dall’artista Giuliana Poggi. Si tratta di un progetto sviluppato assieme ad Astrati - azienda di servizi 3D che ha scannerizzato l’opera d’arte , e l’ha poi stampato in 3D rivestendola in foglia d’oro 24 carati. Nell’opera, la silhouette di una donna nell’atto del tuffo è scomposta in due distinte parti utilizzate come funzionali maniglie nelle porte in vetro o plexiglass a doppia anta. Un pannello in plexiglass decorato a cammeo e utilizzato come fosse uno specchio d’acqua marina reso vivo dal passaggio di un banco di acciughe è un suggerimento di supporto fornito dall’artista."