Home > Sport > Press Mare > Vittorio Malingri, dopo il record le riflessioni di un marinaio

Vittorio Malingri, dopo il record le riflessioni di un marinaio

 Stampa articolo  e-mail
Vittorio e Nico Malingri, il "Vecchio" e il "Nano", dopo il record

Vittorio Malingri affida a un post su FB le sue riflessioni di uomo, di padre e di marinaio dopo aver infranto il record del Mediterraneo, da Marsiglia a Cartagine, in Tunisia. Con lui, a bordo di un catamarano sportivo non abitabile il figlio Nico. Se il primo pensiero dell'uomo di mare Vittorio Malingri va al dramma dei migranti che attraversano il Mare nostrum in senso contrario al suo, il suo post certifica pubblicamente che la dinastia Malingri è giunta alla terza generazione di grandi marinai. Benvenuto NIco!

"E così un paio di giorni dopo ti alzi con la preghiera di un muezzin a Cartagine e fai fatica a capire come ci sei arrivato.Quello che conta è che si sei arrivato....vivo, e che è un nuovo giorno in un nuovo posto con gente come noi e una cultura diversa. Niente di più positivo.
Ieri pomeriggio ero veramente stanco, anche la notte prima di partire abbiamo dormito solo tre ore.
Avevo le allucinazioni, continuavo a vedere teste di gente che nuotava.
In realtà questo record è poca cosa rispetto al tutto. Ma è tutto quello che ho oggi è lo voglio dedicare a "loro" che rischiano la vita attraverso il mare perché non hanno alternatve.
Poi lo dedico ad un amico che non c'è più e che mi ha aperto gli occhi sul mondo dei multiscafi. E' il fratello di chi il record lo deteneva prima di me e Nico. Il suo nome è Laurent Bourgnon ed è uno dei più grandi campioni in assoluto della vela oceanica.
La cosa più importante che ho da dire è invece che il 75 percento del lavoro in navigazione lo ha fatto Nico: manovre, scelte di navigazione, comunicazioni. Sono contento di avere un compagno così bravo. Che sia mio figlio fa piacere ma è tempo che, quando siamo in mare, non lo considero più da questo punto di vista, ma come un ottimo marinaio.
Grazie Nico della tua amicizia dei tuoi consigli e per aver vissuto assieme a me alcuni dei momenti più "intensi" della mia vita. Sia in mare che in terra.
Ci tengo molto a dire che dietro un record come questo, che è probabile rimanga imbattuto a lungo, c'è molta più gente dei due che hanno fatto l'ultimo pezzo del lavoro.
Il Team a cui appartengo è fatto da tante persone che hanno un ruolo attivo: Eugenio Franzetti, Marco Freschi e Monica Soldini di Citroen Italia che continuano a spingere e pianificare in completa sintonia con la parte tecnica del Citroen Unconventional Team. Il mio media shore team : Valentina Pigmei (press), Francesco Malingri (video), Andrea Falcon (foto e consulenza). Il Magic Brothers Malingri Boat Band, che si occupa della barca della logistica dei viaggi, composto da Cesare e Bruno Grassotti, Francesco "Malo" Malingri, Nina e la piccola Mila Malingri (aiuto meccanico). Antonio Cova e Bianca Bacher che hanno realizzato dito e sue grafiche, Marco e Francesca di studio94architettura che hanno ideato la grafica di auto, barca, adesivi e molto di più, Sandro Montefusco e tutta la veleria One Sails by Montefusco che ha realizzato le ottime, vele, tutto lo staff di NAVIMETEO, Federico Bellan, di Akran, avv. e blogger"